Archivio bozze

Trattativa

Aeroporto: arrivata la delegazione cinese

03 febbraio 2015, 06:00

Aeroporto: arrivata la delegazione cinese

Giornate importanti per il futuro dell'aeroporto Verdi: ieri sera è arrivata a Parma la delegazione di cinesi (tre persone più un interprete) della Izp Technologies, la società pechinese specializzata in e-commerce che, assieme al fondo AGF, ha firmato un memorandum «non vincolante» per rilevare il pacchetto di maggioranza Sogeap attualmente detenuto dalla banca austriaca Meinl Bank.

Oggi alla delegazione cinese (atterrata ieri sera all'aeroporto di Bologna, e che ha poi raggiunto Parma in auto) si dovrebbero aggiungere i due o tre intermediari della trattativa.

Il gruppo, assieme a rappresentanti della Meinl Bank e al consiglio di amministrazione della Sogeap, sarà impegnato, presumibilmente per gran parte della giornata, nell'analisi di un possibile accordo.

Le linee guida del progetto di rilancio dello scalo parmigiano saranno presentate domani alle 10 in Comune al sindaco Federico Pizzarotti.

Sull'esito della trattativa c'è la massima prudenza e riservatezza. Il piano dei potenziali clienti è ambizioso: allungamento della pista, ampliamento del parcheggio per gli aerei, rifacimento della stazione, nuove infrastrutture logistiche intono allo scalo, per una cifra che si aggira sui 250 milioni di dollari.

Nelle intenzioni della società cinese, Parma dovrebbe diventare un centro logistico per la distribuzione in Europa dei propri prodotti acquistati dai clienti on line. La firma dell'accordo non vincolante è avvenuta a Roma, alla presenza del premier Matteo Renzi, del presidente della Sogeap Guido Dalla Rosa Prati e dell'amministratore delegato Franco Rastelli, il 14 ottobre scorso, con la clausola che il contratto vero e proprio sarebbe stato formalizzato entro il 30 novembre. Ma i tempi - forse anche in considerazione dell'importanza dell'investimento - sono slittati. r.c.

© RIPRODUZIONE RISERVATA