Archivio bozze

Noceto

Emergenza: un presidio 24 ore su 24

04 febbraio 2015, 06:00

Mariagrazia Manghi

24 ore su 24, ogni giorno dell'anno. Il progetto H24, frutto della collaborazione fra l'Amministrazione comunale, la Croce verde di Noceto e l'Ausl è stato ufficialmente rinnovato con l'approvazione del protocollo d'intesa che disciplina il servizio volto alla gestione delle emergenze.

«Un accordo che si rinnova, a cui diamo continuità - ha detto il sindaco Fabio Fecci introducendo la conferenza -, un servizio fondamentale per la salute dei nostri concittadini che garantisce, in caso d'emergenza, un intervento tempestivo e professionale». La convenzione stanzia un sostegno economico da parte dell'Amministrazione e dell'Azienda Usl per 15 mila euro ciascuna alla Croce Verde, che si impegna a garantire un mezzo e l'equipaggio per il trasporto in emergenza in coordinamento con il 118. «Questo progetto rappresenta una bella sinergia tra tre enti che hanno come obiettivo la qualità di un servizio importante - ha aggiunto Marco Bertolani, assessore ai servizi sociali -. La Croce Verde, con il suo personale formato adeguatamente, garantisce questa sicurezza». Il primo protocollo d'intesa relativo al progetto H24 è del 2007. «Una buona pratica partita da Noceto che è stata condivisa da altri ambiti territoriali - ha sottolineato Massimo Fabi, direttore generale dell'Ausl di Parma - la testimonianza di un'efficace procedura di collaborazione tra enti che si attua non solo nell'emergenza, ma in generale per promuovere la salute dei cittadini. Oggi qui è presente tutta la dirigenza dell'Azienda a dimostrare una collegialità di cui mi sento portavoce». Presenti alla conferenza anche Luca Cantadori, responsabile delle emergenze territoriali, Roberto Casetti, responsabile infermieristico del dipartimento di emergenza urgenza dell'ospedale di Vaio, e Maria Rosa Salati, direttore del Distretto di Fidenza che ha affermato: «Un pregio di questo territorio e di chi lo amministra è individuare le priorità e in un momento oggettivamente difficile tenere in piedi esperienze come questa. In prospettiva vorrei indicare il progetto “Casa della salute” destinato a venire incontro alle esigenze della popolazione in modo diffuso». Indicazione a cui ha fatto immediatamente eco il sindaco Fecci: «Un progetto fondamentale per il quale oggi ci sono le condizioni mature per andare avanti». Luca Cantadori ha ricordato l'ottima, efficiente performance della nuova centrale operativa interprovinciale del 118 entrata in funzione alla vigilia dell'alluvione di ottobre, mentre Luca Marchesi, presidente della Croce Verde di Noceto, ha sottolineato impegno e preparazione dei volontari e ricordato che nella convenzione si dà continuità all'impegno, inserito lo scorso anno, da parte dell'associazione alla consegna settimanale il lunedì e il giovedì, dei referti degli esami di laboratorio ai pazienti sottoposti a terapia anticoagulante.

© RIPRODUZIONE RISERVATA