Archivio bozze

Parmense

Meteo: in arrivo fino a 20 centimetri di neve

04 febbraio 2015, 06:00

Gian Luca Zurlini

Dopo il dicembre più caldo di sempre dal 1878 e un gennaio che si è piazzato al quarto posto, sempre negli ultimi 137 anni, febbraio si presenta con la prima vera offensiva del Generale inverno, anche se ritardata rispetto alle previsioni iniziali.

In arrivo «Big Snow»?
Mentre ieri la neve è già arrivata, sia pure con moderazione sul nostro Appennino (vedi articolo sotto nella pagina), domani dovrebbe essere il giorno della «grande nevicata» sulla nostra città e sul resto del territorio di pianura. Oggi sarà una giornata grigia, con al massimo qualche pioggerella, ma le previsioni indicano che in nottata, dopo una pioggia iniziale, si avvierà una nevicata piuttosto intensa che dovrebbe durare per l'intera giornata di domani e fino alla mattina di venerdì. Il condizionale è ancora d'obbligo perché, se è certo che comunque la neve arriverà, ci sono indicazioni contrastanti sull'entità del manto nevoso che scenderà su Parma. Questo perché la temperatura dell'aria sarà «borderline» fra la pioggia e la neve, tanto che ad esempio a Milano e Bologna è previsto più nevischio che neve. E' infatti sicuro che le temperature, anche nei prossimi giorni, non scenderanno di molto al di sotto dello zero e dunque quella che cadrà sarà una neve «pesante» e bagnata.

Una «fioccata» vera dopo 2 anni
E' comunque probabile che, a distanza di 2 anni dal febbraio del 2013, domani si torni ad assistere a una «fioccata» consistente, con quota variabile fra i 10 e addirittura i 25 centimetri al suolo nell'ipotesi più pessimistica. Questo è dovuto a una fase di maltempo e di perturbazioni che avrà proprio l'epicentro sull'Emilia occidentale, da Reggio fino a Piacenza, il Basso Piemonte e la Liguria e dovrebbe invece risparmiare, ad esempio, buona parte della Lombardia e del Veneto così come la Romagna. La nevicata sarà molto abbondante in montagna, dove si supererà il mezzo metro nelle 24 ore, e anche in collina.

Il «piano neve» ritorna
Pronti a entrare in azione sono i mezzi previsti dal «piano neve» del Comune, che dovrebbe entrare in azione a pieno regime con oltre 100 spartineve non appena la coltre al suolo supererà i 5 centimetri, cosa che dovrebbe avvenire nella prima mattinata di domani. Anche in questo caso si tratta di un ritorno in azione dopo quasi due anni, visto che il 27 dicembre scorso i 4 centimetri scarsi di neve caduti sulla città non avevano richiesto particolari interventi, visto che lo scioglimento era iniziato subito dopo la «burrascata».

Usare l'auto solo se necessario
La raccomandazione per domani e venerdì mattina è quella di limitare al minimo gli spostamenti con l'auto, visto che sono prevedibili disagi e rallentamenti dovuti alla neve, anche se la situazione dovrebbe normalizzarsi già da venerdì pomeriggio, visto che non sono previste forti gelate a causa del cielo che si manterrà ancora nuvoloso almeno fino a domenica, anche se con basso rischio di altre nevicate.

Iren: «Proteggere i contatori»
Da Iren arriva invece la raccomandazione di proteggere i contatori dell'acqua dal gelo con materiali coibentanti oppure con stracci di lana per evitare danni all'apparecchio la cui sostituzione in caso di rottura, è bene ricordarlo, è a carico dell'utente e non dell'azienda. Il conto alla rovescia, dunque, è iniziato: e da questa sera vedremo se le previsioni si riveleranno esatte oppure se ancora una volta il «Generale inverno» batterà in ritirata.

© RIPRODUZIONE RISERVATA