Archivio bozze

Big Snow parte seconda

Ora è allarme ghiaccio

Pericolo di scivolate: cimiteri oggi chiusi

08 febbraio 2015, 06:00

Ora è allarme ghiaccio

Chiara Pozzati

E’ arrivato. Ha mandato in tilt la città e lasciato al buio metà provincia. Secondo gli ultimissimi aggiornamenti rimangono ancora 1644 le utenze Enel non coperte nel parmense a causa di «Big snow», «ma si prevede entro domani (oggi, ndr) il ripristino completo della rete di media tensione».

A tirare le fila del day after è la Prefettura che, oggi come ieri, fa da cabina di regia dopo la grande neve. Due i punti chiave emersi dal doppio vertice del Centro coordinamento soccorsi convocato ieri a Palazzo Rangoni. Il primo riguarda l’allarme gelo a Parma, che il prefetto Giuseppe Forlani in primis, invita a non sottovalutare. Il secondo: la «macchina» per il ripristino della corrente elettrica in provincia. E proprio su quest’ultimo aspetto Forlani fa il punto: «Si tratta di meccanismi a cascata, cioè si parte dall’alta, dalla media e dalla bassa tensione e su questo sia Enel che Iren hanno garantito l’operatività al massimo delle squadre – chiarisce pragmatico - Ma è stato studiato anche un modello di comunicazione: ovvero i Comuni fanno da filtro sulle segnalazioni puntuali ricevute dei cittadini. L’elenco completo verrà poi trasmesso alla Prefettura che farà da trait d’union con i due enti gestori. Tutto questo in modo da poter verificare le tempistiche per i ripristini e aggiungere risorse laddove potrebbero essere utili».

Il Prefetto punta poi su un esempio concreto: «Mi riferisco alle difficoltà per raggiungere le linee che vanno ripristinate – chiosa – a volte potrebbero esserci gli uomini e noi potremmo fornire i mezzi per agevolare le operazioni di ripristino». Ecco che la macchina dei soccorsi si fa snella, obiettivo: rientro alla normalità. «E’ chiaro che si tratta della nevicata più importante degli ultimi quarant'anni e e la risposta è stata quella che la situazione poteva consentire. Ora si tratta di completare l’opera e di prevenire, per quanto possibile, gli effetti che potrebbero manifestarsi nei prossimi giorni». Naturalmente ognuno ha le sue competenze, ma il messaggio del prefetto Giuseppe Forlani, che ci mette la faccia, è chiaro: «E’ importante rivolgersi ai propri referenti territoriali, ma anche che ognuno si impegni».

Da parte sua Forlani assicura che c’è la massima attenzione sulla questione ghiaccio, «ecco perché occorre accelerare tempi di rimozione della neve, ma anche non sottovalutare i cumuli che si formano sui tetti delle abitazioni».

Occorre attrezzarsi dunque e come ha ribadito il sindaco Federico Pizzarotti: «Lancio un appello ai cittadini: chiedo la collaborazione di tutti per mantenere puliti i marciapiedi davanti a negozi e abitazioni o pertinenze, come previsto dai regolamenti in funzione». Un’altra raccomandazione riguarda i rifiuti: la forte nevicata (circa 50 centimetri) che si è abbattuta sulla città ha impedito ad Iren di procedere alla raccolta programmata nel weekend. Da domani tutto tornerà alla normalità secondo la programmazione ordinaria, mentre per le due giornate saltate si rende necessario attendere il prossimo turno previsto in calendario da Iren.

© RIPRODUZIONE RISERVATA