Archivio bozze

Ghiaccio

Capitomboli: oltre 200 parmigiani infortunati

11 febbraio 2015, 06:00

Capitomboli: oltre 200 parmigiani infortunati

Sta gradualmente tornando alla normalità la situazione al pronto soccorso dell'ospedale Maggiore dopo le giornate di domenica e lunedì che hanno registrato un boom di accessi causati da scivoloni e cadute sulla neve. Domenica erano arrivati in via Abbeveratoia 340 pazienti, di cui una settantina per fratture «da neve» (in una giornata «normale» il ps riceve in media, nell'arco di 24 ore, 250 persone).

Il picco di accessi è stato lunedì, con 364 pazienti visitati al pronto soccorso e 58 alla pediatria d'urgenza dell'ospedale dei bambini: in tutto 422 pazienti, un vero record che ha messo a dura prova medici ed infermieri.

Fra le persone arrivate al pronto soccorso lunedì, ben 107 pazienti con fratture in seguito a rovinose cadute sulla neve: principalmente a gambe, femore, braccia, spalle, gomiti, polsi, osso sacro.

A chi si è rotto le ossa vanno aggiunti poi coloro che hanno riportato nelle cadute - o spalando la neve - ematomi, slogature, contratture di vario tipo e anche traumi cranici.

Ieri i numeri sono parzialmente rientrati nella norma: circa 250 persone visitate al pronto soccorso, una quarantina delle quali con le ossa rotte.

Complessivamente quindi «big snow» è costato ai parmigiani oltre 200 fratture nel giro di tre giorni: un tributo «salato» pagato ai trenta centimetri di neve scesi sulla città in quella che rimarrà negli annali meteo come una delle più consistenti «imbiancate» degli ultimi quarant'anni.

E non è il caso di abbassare la guardia per i prossimi giorni. Le temperature nelle ore più calde faranno infatti sciogliere la neve che durante la notte, con le minime, gelerà formando insidiose lastre di ghiaccio a terra.

Per oggi ancora cielo sgombero, minime a meno quattro in città e massime sui cinque gradi. Domani previsto cielo grigio, minime sui meno due e massime sui tre gradi. Venerdì nubi in aumento e qualche fiocco in Appennino, ma le minime non dovrebbero scendere sotto lo zero e la massima si attesterà sui quattro gradi. r. c.

© RIPRODUZIONE RISERVATA