Archivio bozze

San Michele

Rubò dalla cassetta delle offerte in chiesa: condannato

11 febbraio 2015, 06:00

Rubò dalla cassetta delle offerte in chiesa: condannato

Per due volte, nel periodo delle feste natalizie (il 22 e il 30 dicembre 2011) aveva svaligiato la cassetta delle offerte per le candele nella chiesa di San Michele, in via Repubblica. Lo avevano incastrato però le telecamere di sorveglianza della chiesa, che l'avevano ripreso mentre - abbastanza ben vestito e «insospettabile» - forzava il lucchetto della cassettina e razziava le monetine: in totale, nei due furti, un centinaio di euro.

Il parroco Raffaele Sargenti aveva consegnato i filmati alla polizia. Ieri l'epilogo della brutta storia, in tribunale, davanti al giudice Pasquale Pantalone. L'uomo, un 37enne originario di Aosta ma residente in città, è stato condannato per furto aggravato dall'esposizione dei beni alla pubblica fede: sei mesi e 10 giorni e pagamento di 250 euro di multa.

L'episodio non è isolato. Pochi giorni dopo i furti in San Michele, altri due colpi erano stati messi a segno nella chiesa di santa Lucia, in via Cavour, episodi i cui autori sono rimasti ignoti. Anche in quel caso erano state svaligiate a distanza di pochi giorni, fra Natale 2011 e la prima metà di gennaio 2012, le cassette delle monetine raccolte per l'accensione di candele votive.

Poco più di un mese dopo, all'inizio del marzo 2012, era toccato invece agli ex voto custoditi nella chiesa di San Marco, in via Casati Confalonieri. Una ventina di cuori d'argento affissi alla parete. I ladri li avevano staccati uno ad uno. Valore minimo, ma - avevano commentato parroco e fedeli - oltraggio grande alla devozione. r. c.

© RIPRODUZIONE RISERVATA