Archivio bozze

Neve

Un esercito di uomini e mezzi contro il maltempo

11 febbraio 2015, 06:00

Un esercito di uomini e mezzi contro il maltempo

Chiara De Carli

E' «pesata» parecchio sulle casse delle amministrazioni comunali e provinciale la nevicata dello scorso fine settimana. Da giovedì notte a domenica è stato messo in campo un esercito di mezzi e uomini per far fronte ai disagi causati dal consistente manto nevoso che, ora dopo ora, ha coperto tutta la provincia. Ripristinare la viabilità e ripulire parcheggi e aree pubbliche, senza considerare il tempo speso nella gestione dell'emergenza elettricità e le «rifiniture» sugli spazi più piccoli, ha richiesto quasi 23 mila ore di lavoro complessive, ovvero ben 955 giorni, per gli addetti alla guida di spartineve e spargisale, gli operai comunali, i volontari di protezione civile e i tecnici coordinatori. Ai 935 mezzi, tra cui 692 spartineve e 144 spargisale oltre a turbine, pale gommate e bobcat, in servizio sulle strade della città e del parmense, si è aggiunto il lavoro di oltre 260 uomini che, con pale e turbine hanno cercato di risolvere le criticità localizzate. Non solo dipendenti comunali o delle ditte appaltatrici dei servizi di sgombero neve hanno lavorato per ridurre il disagio dei cittadini: sulle strade, a spalare neve e rimuovere alberi caduti, anche tanti volontari dei gruppi di Protezione Civile. «Anche i Volontari del «Gruppo Alfa» di Protezione civile, su cui possiamo sempre contare in queste occasioni, sono stati impegnati a fronteggiare l'emergenza neve dello scorso weekend - ha detto il sindaco Francesco Peschiera -: tra le giornate di venerdì e sabato nove unità si sono mosse sul territorio per effettuare il taglio e la rimozione degli alberi caduti». Prociv Torrile al lavoro invece per far arrivare le comunicazioni ai cittadini rimasti senza luce: nelle giornate di sabato e lunedì hanno girato casa per casa per informare della disponibilità di punti accoglienza riscaldati dove poter trascorrere la notte o fare una doccia calda. Prezioso il supporto dei volontari anche a Roccabianca, Salsomaggiore Terme, Fidenza e Sala mentre a Polesine anche il sindaco Sabrina Fedeli ha spalato la neve al fianco degli operai.

«La Provincia, per lo sgombro della neve sui quasi 1400 km di strade provinciali, ha affidato il servizio per gli anni 2011/2016, tramite gara, a 94 ditte. In questi giorni sono stati impiegati tutti i mezzi a disposizione, tra cui 133 mezzi spartineve e 94 per lo spargimento sale. Sulle strade provinciali lo sgombero neve è iniziato martedì 3 febbraio e i mezzi sono all'opera ancora oggi. Nel momento di punta sono stati sparsi 4.500 quintali di sale, rientrando nella media annuale di 3,30 quintali al chilometro. I mezzi hanno lavorato 24 ore su 24, ovviamente con cambi di personale e con le fermate per fare carburante. Nelle giornate di punta, ovvero quelle di giovedì e venerdì, i cottimisti di pianura hanno lavorato su 340 km per 725 ore».

© RIPRODUZIONE RISERVATA