Archivio bozze

Bassa

San Secondo dichiara guerra ai ladri

13 febbraio 2015, 06:00

San Secondo dichiara guerra ai ladri

Paolo Panni

A San Secondo il Comune dichiara «guerra» a truffatori e ladri. Lo fa avviando il collaudo del nuovo sistema di allertamento «Alert System», grazie al quale i cittadini ricevono telefonicamente informazioni circa la presenza, appunto, di ladri, truffatori.

Il sistema nasce per allertare sull'arrivo di calamità di Protezione civile ma può essere usato dai Comuni anche per queste iniziative. Informazioni che, in questa prima fase, arriveranno solo sui telefoni fissi; successivamente, tramite una apposita app, potranno arrivare anche sui cellulari agganciati alla cella di una data zona.

Un progetto innovativo lanciato a livello provinciale dal Comitato provinciale delle associazioni di volontariato di protezione civile, e dalla Provincia, col sostegno esterno dell'Unione Parmense degli Industriali e delle organizzazioni sindacali.

Una sperimentazione che, a San Secondo, proprio in questi giorni è «entrata nel vivo» dopo che falsi tecnici hanno cercato di commettere furti a danno di residenti.

«Il sindaco Antonio Dodi, grazie ad «Alert System» utilizzando la centrale BT-Enia ha così registrato un messaggio telefonico, inviato a tutti i telefoni fissi del comune, allertando tutti sulla presenza di possibili truffatori. D'ora in avanti sarà sempre così. In presenza di allarmi o emergenze molto significative il sindaco o un delegato registrerà un messaggio vocale che sarà inviato, simultaneamente, a tutti».

L'iniziativa è stata direttamente seguita dall'assessore delegato Andrea Denti che ha spiegato che «si tratta di un progetto in fase di collaudo. Non appena siamo venuti a conoscenza di questa iniziativa nata dalla Provincia, precedente ed attuale amministrazione, e dal Comitato provinciale di Protezione civile abbiamo immediatamente aderito per diffonderla ai nostri colleghi. Vanno ringraziati quindi Comitato e Provincia, a riprova che se si lavora tutti insieme il colore politico non ha importanza. In questo modo, oltre a segnalare eventuali calamità, potremo scongiurare il verificarsi di furti e truffe sul nostro territorio, specie a carico di persone anziane. Meglio essere allarmati che derubati. Ci siamo permessi di anticipare la presentazione ai sindaci di concerto con i Carabinieri, Polizia municipale e Prefettura per scongiurare soprattutto quei reati inqualificabili come furti e truffe in danno di persone anziane e magari ammalate e sole».

«Coloro che intendono commettere reati sul nostro territorio - ha aggiunto l'assessore Andrea Denti - sono avvertiti. Qui non avranno certo vita facile e con questo sistema. Il sistema entrerà in possesso grazie ai nostri benefattori di tutti i Comuni e va ringraziato anche il Presidente Stefano Camin per il lavoro e le iniziative che col comitato esprime per tutto il territorio».

© RIPRODUZIONE RISERVATA