Archivio bozze

Unesco

Il Duomo di Fidenza sarà patrimonio dell'umanità

20 febbraio 2015, 06:00

Il Duomo di Fidenza sarà patrimonio dell'umanità

 

«Il ministero per i Beni e le Attività culturali ha accolto molto positivamente il progetto di candidatura nel Patrimonio mondiale dell'Umanità della Cattedrale di Fidenza inserita nel percorso della via Francigena. Ora lo possiamo dire: è iniziato ufficialmente il cammino per il riconoscimento delle immense potenzialità storiche e culturali di Fidenza».

Lo ha annunciato «con grande soddisfazione» il sindaco Andrea Massari, che nella tarda serata di mercoledì, a Roma, ha concluso un incontro tecnico con il segretario generale del Mibac Antonia Pasqua Recchia, cui hanno preso parte anche il vicesindaco Alessia Gruzza e tutti i parlamentari di Parma: il senatore Giorgio Pagliari e gli onorevoli Patrizia Maestri e Giuseppe Romanini.

Un incontro il cui esito è stato comunicato dal primo cittadino al vescovo di Fidenza, monsignor Carlo Mazza.

 

«In campagna elettorale avevamo già avuto dal ministero un primo e importante appoggio, ma ora siamo entrati nel vivo della discussione tecnica, raccogliendo il notevole interesse del ministero. Il Governo ci seguirà nell'iter da formalizzare per la candidatura e abbiamo messo nero su bianco la road map degli atti richiesti e di tutti gli adempimenti necessari», ha aggiunto il primo cittadino.

«Sarà un cammino lungo diversi anni dove nulla è scontato - continua il sindaco -. Il punto di partenza essenziale è costituire un gruppo di lavoro che diventerà il promotore della candidatura della Cattedrale e della via Francigena nel patrimonio Unesco. Via Francigena che diventa centrale in questa operazione, perché intesa come una rete tra territori che hanno tesori inestimabili e molto spesso sconosciuti al grande pubblico. Non a caso la candidatura di Fidenza nasce da una forte condivisione con l'Associazione Europea delle Vie Francigene».

Allo stesso tempo, evidenzia Massari, «occorre avviare subito il confronto con tutte le Istituzioni che insieme a noi sosterranno la candidatura. Il fattore “unità” ha un peso essenziale: l'unità con i Comuni del territorio, con la Provincia e soprattutto la Regione, con la quale abbiamo già discusso del progetto nelle scorse settimane, illustrando la portata turistica del cammino francigeno e dei tesori monumentali che vi sono collegati».

 

Un punto, questo, sul quale Massari ritorna: «Il progetto presentato al ministero rappresenta una svolta per le ricadute positive sul sistema culturale e turistico di un comprensorio perlomeno di scala provinciale e regionale. Una visione d'area vasta che è stata rappresentata ai vertici del ministero dagli interventi dettagliati di tutti i parlamentari di Parma, ai quali desidero esprimere un grande ringraziamento».

 

«Fidenza sta scoprendo una strada nuova per fare cultura, combinando i progetti tradizionali con esperienze e progetti innovativi che possono renderci attrattivi per un pubblico molto più vasto – commenta il vicesindaco Alessia Gruzza -. Il Festival Of4, ad esempio, sta in questa logica insieme alla candidatura di Fidenza in sede Unesco. Potevamo scegliere se chiuderci dentro ai nostri confini o se giocare a tutto campo, prendendoci dei rischi e sapendo che mettere insieme tanti livelli, da quello comunale a quello governativo, richiede un lavoro di mediazione notevole. Questa è la nostra sfida e con il sindaco e l'amministrazione daremo il massimo per vincerla».

© RIPRODUZIONE RISERVATA