Archivio bozze

scuola

Boom di iscrizioni al Marconi: 60 ragazzi «rifiutati»

22 febbraio 2015, 06:00

Boom di iscrizioni al Marconi: 60 ragazzi «rifiutati»

Enrico Gotti

Mai così tanti iscritti al Marconi. La scuola non ha però lo spazio necessario per accogliere tutte le domande, e così sessanta alunni, estratti a sorte tra gli iscritti al liceo scientifico tradizionale, dovranno essere spostati in altri istituti: quaranta al liceo Ulivi e venti al Maria Luigia.

I genitori lo hanno appreso ieri, con una lettera inviata per posta elettronica dalla segreteria della scuola.

La decisione è però stata presa dalla Provincia, che è proprietaria degli immobili delle scuole superiori.

Giovedì pomeriggio ci sarà il sorteggio. E di certo non mancheranno proteste e polemiche.

«Sono dispiaciuto – dichiara Adriano Cappellini, preside del liceo Marconi – ringrazio chi ha dato fiducia alla scuola, iscrivendosi. Sono addolorato, ma non possiamo fare altrimenti. La decisione della Provincia è stata presa in base ai tetti sul numero massimo di alunni e sulla disponibilità delle aule».

Per il Marconi si è trattato di un record: l'istituto è passato dalle 13 classi delle iscrizioni dell'anno scorso alle 19 di quest'anno, che sarebbero diventate almeno 21 se fossero state accolte tutte le richieste che sono pervenute nella fase di preiscrizione, che è stata effettuata dalle famiglie attraverso il canale telematico del ministero.

In tutto, sono state 540 le domande di iscrizioni alle classi prime ricevute dal liceo Marconi.

L'istituto ha dovuto dire no agli alunni da fuori provincia (in tutto 15, anche da paesi sul confine fra Parma e Reggio). Mentre altri 60 alunni, estratti a sorte, dovranno spostarsi all'Ulivi e al Maria Luigia.

Inevitabili le lamentele di ragazzi e famiglie, così come era già successo nel 2013 al liceo Bertolucci, che aveva avuto 43 iscrizioni in più rispetto al tetto massimo consentito, e aveva dovuto spalmare le richieste fra gli altri licei scientifici.

Contrariamente al passato, al Marconi non è stato il liceo linguistico ad aumentare gli iscritti quest'anno. Dopo il «boom» degli anni scorsi il percorso centrato sulle lingue straniere si assesta sulle nove classi, come nel 2014. La crescita è stata invece al liceo scientifico: nel corso con opzione “Scienze applicate”, cioè senza latino e con più materie scientifiche, le classi sono raddoppiate, da due a quattro. E lo stesso è avvenuto nello scientifico tradizionale: su 125 alunni pre-iscritti, poco più della metà potrà restare al Marconi, gli altri dovranno cambiare istituto. Dovranno essere create tre classi, non di più.

A chiudere il conto sono le classi di Esabac e di scientifico con due lingue straniere.

Il sorteggio avviene soltanto per l'indirizzo scientifico tradizionale perché è uguale, negli orari e nelle materie, a quello che si può trovare negli altri licei della città.

© RIPRODUZIONE RISERVATA