Archivio bozze

Dissesto

Frana a Bazzano, situazione ancora critica

04 marzo 2015, 06:00

Frana a Bazzano, situazione ancora critica

BAZZANO

Matteo Ferzini

Rimane alta l'attenzione per la frana di vaste dimensioni che, nei giorni scorsi, si è sviluppata nella collina alla periferia di Bazzano, in zona Case Notari, andando a scavare il terreno proprio sotto dove si trova un'azienda agricola. L'improvviso aumento del cedimento nella mattinata di lunedì aveva reso necessaria l'evacuazione della famiglia di lavoratori, che risiedeva nella casa a fianco dell'azienda, e di circa una trentina di bovini che fanno parte dell'allevamento. Sono proseguiti ieri i sopralluoghi sul versante franoso da parte dei tecnici per tenere strettamente monitorato il dissesto: rispetto a lunedì, ieri lo sviluppo della frana, seppur costante, è stato più contenuto. La situazione del versante posto sotto l'azienda agricola, da molti anni sottoposto ad un cedimento «storico» costante dovuto alla presenza di falde acquifere sotterranee e alla natura argillosa del terreno, si è aggravata improvvisamente negli ultimi giorni della settimana scorsa per raggiungere lunedì il suo apice: una serie di crepe formatesi sul terreno e sui muri interni ed esterni della stalla e della casa vicina avevano destato allarme e, nel giro di poche ore, il vasto fronte franoso si è sviluppato nella collina sottostante l'edificio. Una prima osservazione da parte del geologo del Servizio tecnico di bacino, della Regione e della Protezione civile accorsi sul posto, aveva subito rivelato la gravità della situazione, per cui si è disposta l'evacuazione della famiglia residente: tre adulti e quattro bambini di origine straniera, il cui capofamiglia segue l'azienda per conto dei proprietari residenti fuori Parma. Trasferiti una trentina di capi dalla parte di stalla più vicina al dissesto e trasportati grazie anche all'impegno di Coldiretti in un'azienda di Lesignano. Da allora è proseguito il monitoraggio della frana: ieri mattina presenti sul posto i tecnici del Comune di Neviano, i vigili del fuoco di Langhirano con un mezzo fuoristrada e il Servizio tecnico di bacino con un aereo, per osservare dall'alto l'evolversi del movimento. Dalle ultime rilevazioni, si è constatato che la frana ha un fronte che si sviluppa per circa un chilometro verso valle: fortunatamente, ad essere interessata è una zona del versante non attraversata da strade e senza abitazioni. Rimarranno completamente inagibili tanto l'abitazione di Case Notari, quanto la parte di stalla sgomberata: non si prospetta per ora un rischio di evacuazione per oltre un centinaio di vacche da latte, nella parte più lontana dal dissesto. La famiglia di agricoltori è stata trasferita lunedì in due appartamenti dismessi a Bazzano di proprietà del Comune: ieri il personale comunale ha provveduto a sistemare gli allacciamenti di acqua e luce.

© RIPRODUZIONE RISERVATA