Archivio bozze

Colorno

Tre giorni con i giardini capolavoro

22 aprile 2015, 07:00

Stefania Provinciali

E' il momento del bello e del romantico, del piacere per gli occhi e per l'olfatto, alla Reggia di Colorno. Da venerdì fino a domenica, nel parterre dello storico Giardino, la 22a edizione della mostra mercato del giardinaggio di qualità «Nel segno del giglio» offrirà a tutto il pubblico di appassionati novità di settore e numerose iniziative.

Una in particolare non mancherà di affascinare e coinvolgere: la possibilità per tutti i visitatori della mostra, di scoprire in anteprima con lo stesso biglietto (programmate due visite al giorno su prenotazione) la parte verde del Labirinto di Masone, il sogno realizzato da Franco Maria Ricci nella sua tenuta di Fontanellato. Un' opportunità unica, che va ad arricchire una mostra mercato sempre interessante.

Filo conduttore di questa edizione è la voglia di difendere il bello inteso secondo parametri classici ma non per questo vecchi o non attuali.

«Nessuno può toglierci il piacere di osservare, accarezzare, annusare una bella rosa o un garofano o una peonia o una camelia» affermano Elisa Mignone e Isabella Gemignani, patronesse storiche dell'iniziativa che già si preannuncia come un trionfo di colori, un vero tripudio di fiori ma che non mancherà di coinvolgere anche per tutto il «cotè» inteso a trasformare il giardinaggio domestico in un piacevole rituale, da compiere con lo stato d'animo adeguato, con il giusto abbigliamento, i giusti attrezzi e, perché no, il giusto cappello, come facevano in questo meraviglioso parco le Duchesse di Casa Farnese e Maria Luigia.

«Vogliamo riproporre il giardinaggio come arte, emozione, piacere, sogno - dicono le organizzatrici - In questo, continuiamo ad attingere agli insegnamenti di Ippolito Pizzetti, gran giardiniere che tanto ha amato e sostenuto lo spirito della rassegna e che a Colorno è stato di casa». Un legame che ha visto svilupparsi un premio lui intitolato che, come è ormai tradizione, sarà assegnato anche quest'anno alle proposte più interessanti in mostra.

Presente un ampio numero di vivai selezionati per un pubblico alla ricerca del «bello» e dell'utile, con attenzione particolare alla conoscenza delle malattie delle piante ed alle loro cure, senza dimenticare il prodotto biologico e biodinamico per una più ampia adesione a scelte di natura.

Rivolta ai bambini è in programma un'attività di pittura botanica. I più piccoli potranno imparare a conoscere e dipingere la natura lasciando ai genitori la possibilità di passeggiare tranquilli fra gli stand.

Molte le manifestazioni e proposte collegate tra cui il sempre gradito appuntamento gastronomico con i prodotti della Corte Pallavicina. Nel segno del Giglio è organizzata e curata da Artour s.c., in collaborazione con il Comune di Colorno e con la Provincia di Parma.

© RIPRODUZIONE RISERVATA