Archivio bozze

Tortiano

Assalto al bar, ladri velocissimi

24 ottobre 2015, 07:02

Assalto al bar, ladri velocissimi

TORTIANO

Ilaria Ferrari

Una porta laterale forzata e in tre minuti d'orologio il gioco è stato fatto. La quantità di tempo impiegata dai ladri per saccheggiare il bar di Tortiano è cosa certa: ci sono le registrazioni delle telecamere di sorveglianza a cronometrare ogni movimento dei malviventi entrati in azione nella notte tra mercoledì e giovedì.

L'allarme è scattato all'una e 37 quando i balordi erano già all'interno dell'attività. La cosa che ha richiesto maggior impegno è stato appunto l'ingresso: hanno impiegato parecchio tempo per aprire, con piccone e martello alla mano, la porta secondaria, nascosta alla vista di eventuali auto di passaggio nella strada. Erano in tre, tutti incappucciati quindi impossibili da riconoscere in qualsiasi dettaglio.

Una volta riusciti a forzare il serramento, in due sono corsi all'interno mentre il terzo è rimasto a fare da palo. In quel momento è scattato l'allarme ma i movimenti sono poi stati rapidissimi e i ladri sono riusciti a mettere ugualmente a segno il furto. Si sono concentrati sulla cassa e, soprattutto, sulle tre macchinette videopoker. Dalla cassa hanno rubato il fondo, pari a circa 250 euro e dalle macchinette tutto il contenuto di 1200 euro. Ci hanno messo pochissimo ad aprirle: sempre con piccone e martello è bastato un colpo perché cedessero.

Rubato il cassetto sono tornati sui loro passi scappando in fretta sempre dal retro del bar. E qui c'era un'auto in attesa. Ne è sicuro un vicino di casa che racconta di essersi svegliato a causa dell'allarme che squillava e, una volta alla finestra, di aver notato una Bmw berlina di colore scuro che caricava le tre persone per poi partire in gran fretta.

«E' da un po' di tempo che si vede in giro quell'auto –sottolinea il titolare del bar svaligiato – la avevamo già notata più volte aggirarsi per le strade con quattro uomini a bordo». Il primo ad arrivare sul posto dopo il furto è stato il proprietario dell'immobile ma dei balordi non c'era già più alcuna traccia. Sono stati anche avvertiti i carabinieri intervenuti per un sopralluogo e per visionare le registrazioni delle telecamere di sorveglianza ma, a causa dell'incappucciamento dei ladri, di dettagli utili sembrano essercene ben pochi. Le indagini, comunque, sono in corso. «E' la terza volta che vengo preso di mira – conclude il gestore di Tortiano – solo il mese scorso avevano provato due volte ad entrare ma in quei casi gli era andata male e, per mia fortuna, avevano fallito».

© RIPRODUZIONE RISERVATA