Archivio bozze

sanità

Zinelli primario a La Spezia

29 ottobre 2015, 06:01

Zinelli primario a La Spezia

Il padre Giovanni, tra Parma e Reggio, ha fatto nascere settantamila bambini. A Marcello spesso è toccato il compito di farli nascere di nuovo, anni dopo: di certo c'erano molti di loro tra le migliaia di pazienti che hanno varcato in condizioni disperate la soglia del Pronto soccorso e di Medicina d'urgenza del Maggiore.

Uomini e donne da prendere per i capelli e riportare al di qua del confine tra la vita e la morte. Quattordici anni dopo aver indossato per la prima volta il camice di medico sul fronte parmigiano dell'emergenza, Marcello Zinelli valica l'Appennino non per una giornata in riva al mare, ma per lavorare. «A La Spezia c'è un ospedale completo, che sta facendo molti primari giovani. In quella città sono tornato per la seconda volta per il concorso - dice lui -. La prima fu per una breve gita qualche anno prima». Vinto quel concorso, sarà lui ora a ricoprire un ruolo chiave nella sanità di un territorio in forte crescita, anche grazie al turismo: l'attracco delle navi da crociera ha fatto scoprire il valore strategico del porto tra le Cinque Terre e Pisa. Dal primo novembre, Zinelli sarà primario del Pronto soccorso e della Medicina d'urgenza dell'ospedale di La Spezia. A lui il compito di gestire una squadra di 23 collaboratori medici, alcuni dei quali nel punto di primo intervento di Levanto.

rob.lon.................Articolo completo sulla Gazzetta di Parma

© RIPRODUZIONE RISERVATA