Archivio bozze

LA STORIA

Narcotizzava e rapinava anziani: 69enne nei guai

10 novembre 2015, 06:00

Narcotizzava e rapinava anziani: 69enne nei guai

Sei rapine, sette furti, prelievi con carte bancomat rubate ad anziani ultrasettantenni dopo averli addormentati con medicinali (quattro sono finiti in ospedale per le dosi troppo massicce, uno è ancora ricoverato) per avere i soldi per il gioco d'azzardo: sono le accuse che hanno portato in carcere Mirella Pallaro, 69 anni, residente ad Arcugnano (Vicenza). I fatti sono accaduti nelle province di Vicenza, Padova e Venezia, da luglio a giovedì scorso quando la donna è stata arrestata in flagranza di reato. In un caso ha narcotizzato un uomo, gli ha preso il bancomat e le chiavi dell'auto, è partita dal vicentino per raggiungere il Casinò di Venezia, ha prelevato, giocato e perso. Al mattino dopo ha canzonato la vittima dicendogli: «Che sonno pesante, hai! Hai dormito tutta la notte». Le indagini dei carabinieri di Brendola sono cominciate in luglio, approfondendo una denuncia di smarrimento di un bancomat che però era risultato essere stato utilizzato per dei prelievi. Di qui è nata l'inchiesta che ha permesso di ricostruire il «modus operandi» di Mirella Pallaro. La donna cercava di entrare in contatto con persone della sua età, o anche più anziane. Carpita la loro amicizia, offriva loro da bere dopo aver versato nel bicchiere dosi massicce di medicinale, che il medico ignaro le prescriveva per le sue cure. Le vittime così si addormentavano e quando erano prive di difese, lei si impossessava dei soldi, bancomat e codici di accesso. Poi utilizzava il denaro per dare sfogo alla sua passione compulsiva, quella del gioco d'azzardo. Giovedì scorso l'ultimo episodio che si è concluso a Padova con l'arresto della donna, processata per direttissima e sottoposta all'obbligo di dimora.

© RIPRODUZIONE RISERVATA