Archivio bozze

Romagnosi

Prof hi-tech per smascherare chi copia con lo smartphone

29 novembre 2015, 06:00

Prof hi-tech per smascherare chi copia con lo smartphone

Enrico Gotti

Cambia il modo di copiare durante i compiti in classe: non più bigliettini, ma telefonini. E i professori passano al «controspionaggio». Al liceo Romagnosi due docenti, Maurizio Olivieri e Cristina Arpiani, si sono attrezzati per smascherare chi usa il cellulare durante le prove di latino. Hanno comprato di tasca propria due rilevatori per captare il segnale di qualsiasi smartphone acceso nei paraggi.

La scopiazzatura «hi-tech» è un fenomeno conosciuto in tutte le scuole: una volta c'erano i bigliettini, le scritte sulla mano e i libri nascosti sotto il banco. Ora basta un cellulare per sbirciare la versione tradotta e non sbagliare il compito. Il ritiro forzato è un'arma spuntata. I professori requisiscono i telefoni prima dell'inizio del compito in classe, ma non basta: qualche studente ne porta due, consegna quello vecchio e nasconde quello nuovo per guardare la versione su internet durante la prova. «Abbiamo comprato questi apparecchi per creare equità: non è mai bello quando uno ha risultati migliori degli altri truccando le regole. Non è per avere uno stato di polizia a scuola, ma per avere correttezza durante le prove», spiega Maurizio Olivieri.

L'idea è nata dopo una riunione fra i professori di latino. Invece di dire: «non possiamo più farci niente», i docenti sono passati al contrattacco. In riunione hanno visto dei prodotti, si sono informati e li hanno presi per provarli.

«Il fenomeno non è poi così pervasivo. In generale si riesce a gestire, anche se si perde troppo tempo: il controllo toglie la possibilità di seguire i ragazzi – dice Olivieri – gli strumenti comprati costano poco, sui 30 euro».

Per ora nessun studente è stato «sgamato»: ma già la voce dell'arrivo di questi rilevatori si è diffusa nel liceo classico e anche gli allievi delle altre classi temono il controspionaggio messo in atto dai professori.

© RIPRODUZIONE RISERVATA