Archivio bozze

film

«Rollercoaster Love»

19 marzo 2016, 06:00

«Rollercoaster Love»

Margherita Portelli

«Se vuoi, puoi». Tre parole abusate, forse, ma quando a metterle in fila sono un paio di ragazzi che da un piccolo paese di provincia hanno realizzato un’impresa «da cinema», ecco che l’espressione torna a caricarsi della giusta dose di spregiudicato entusiasmo.

È stato presentato ieri in Provincia il film indipendente made in Parma «Rollercoaster Love», autoprodotto grazie a una campagna di crowdfundingda WolfStudios per la regia di Emanuele Valla e la sceneggiatura di Dario D’Ambrosio.

Entrambi felinesi (come anche l’autore della colonna sonora e buona parte degli attori della compagnia teatrale ArtistiSenzaNome), i due amici erano reduci dalla galvanizzante esperienza del debutto dietro la macchina da presa, con «Dreaming Alaska» (2012), ma non hanno perso tempo. La prima del nuovo film - che è stato girato in buona parte fra Felino, Sala Baganza e Torrechiara ed è stato realizzato grazie alla collaborazione e all’impegno di oltre 500 concittadini coinvolti nelle riprese - è in calendario per lunedì (alle 21) al The Space Cinema Campus. «Il primo film ha rappresentato un’esperienza incredibile, che ci ha permesso di misurarci con il sogno: da lì siamo partiti e abbiamo raccolto le forze per metterci nuovamente alla prova - ha commentato Valla -. Come per un secondo album o un secondo libro, ovviamente, c’era anche parecchio timore».

Tutto trae origine da una storia vera: una disavventura amorosa in cui il regista è incorso parecchi anni fa. «Emanuele aveva scritto un copione e io da lì sono partito, cucendo addosso a quegli accadimenti altre storie che permettessero di trasformare la storia di Emanuele nella storia di tutti» ha specificato D’Ambrosio. Perché l’amore è un su e giù, fatto di arresti improvvisi e discese in picchiata, proprio come sulle montagne russe. «A volte si rischia di apparire sdolcinati e ridondanti a parlare d’amore, ma in fondo a determinare la nostra vite e le nostre scelte è sempre il cuore» ha aggiunto Valla. A rendere giustizia al progetto è la genuinità con cui i ragazzi hanno messo insieme una squadra fatta di giovani alla prima esperienza (Elia Galeotti ed Erica Sani per non mancare alla presentazione hanno saltato la scuola) e attori affermati (protagonista è Luca Nocera, dell’Ensemble Stabile di Fondazione Teatro Due, ma nel cast troviamo anche Tania Tuccinardi, in questi giorni a Milano per la prima tappa del nuovo «Notre Dame de Paris»). Il tutto è stato possibile grazie a un coinvolgimento collettivo davvero unico. «Di questi tempi a Parma si respira aria di risveglio, e anche la vostra esperienza è espressione di questo fermento» ha commentato il vice presidente della Provincia, Gianni Guido Bellini. «Quando mi è stato chiesto di partecipare al film ho pensato che fosse una cosa da pazzi - ha sottolineato Nucera -. Il primo giorno sul set ero preoccupato, ma un po’ alla volta mi sono reso conto della forza prorompente del progetto: questi ragazzi sono riusciti a mettere insieme un numero incredibile di persone». Le musiche di «Rollercoaster Love», a cui ha collaborato anche il cantautore americano Joshua W. Scott, sono degli Earthist, giovanissima band parmigiana che lunedì, in occasione delle premiere, introdurrà la proiezione con un breve concerto. Federico Ronchini, portavoce del gruppo e compositore delle musiche originali, ha sottolineato la soddisfazione di condividere un percorso.

«La collaborazione con Emanuele e Dario prosegue da Dreaming Alaska - ha precisato -: è bello vedere come, portando avanti progetti paralleli, ci si continui a supportare a vicenda». Non rimane che attendere il buio in sala.