Archivio bozze

Fidenza

Studenti e genitori ritinteggiano la scuola

18 aprile 2016, 07:00

Egidio Bandini

«Questa scuola aveva bisogno di un lifting da circa 20 anni: perciò, ci siamo rimboccati le maniche ed eccoci qua!».

Sono soddisfatti, gli studenti dell'Istituto Paciolo D'Annunzio di Fidenza, alla conclusione del lavoro di ritinteggiatura delle pareti dei corridoi al secondo piano, delle scale, delle ringhiere, dei termosifoni e delle porte.

Quattro pomeriggi per due weekend che hanno visto fianco a fianco, raschietti, spatole, pennelli e rulli in mano, studenti e genitori, pronti ad accogliere con entusiasmo l'idea del Preside Giovanni Fasan: trovare i soldi per acquistare stucco, nastro, vernici e colori, per poi mettersi al lavoro. 140 ragazzi hanno risposto all'appello dei rappresentanti dei genitori e del Preside e, con loro, 20 fra mamme e papà si sono alternati, armati di pennello e nastro adesivo da imbianchino, con gli strumenti portati da casa, a coordinare il lavoro ma anche a metterci l'olio di gomito necessario a completare l'opera.

«Magari non sarà un capolavoro – dicono ancora i ragazzi con malcelato orgoglio – ma davvero ce l'abbiamo messa tutta, noi e i nostri genitori e, soprattutto, ci ha fatto piacere che 140 studenti abbiano deciso di impegnarsi in questo progetto. Ciò che abbiamo fatto esprime un forte senso di appartenenza al nostro Istituto e, ne siamo sicuri, avrà anche una ricaduta positiva sulla durata della pittura: avendoli dipinti loro, gli studenti ci penseranno due volte prima di sporcare i muri della scuola!»

I fondi per il colore, lo stucco e i nastri adesivi necessari per il «maquillage» ai corridoi, alle scale, alle porte, alle ringhiere e ai termosifoni del secondo piano al Paciolo D'Annunzio sono stati stanziati dalla Provincia di Parma, per un importo fra i 1500 e i 2000 euro, che rappresentano il costo totale del lavoro, visto che la manodopera è stata offerta da studenti e genitori.

La tinteggiatura del piano terreno, lo scorso anno, affidata ad un'impresa, era costata circa 15000 euro. Niente da dire: un bel risparmio. E non finisce qui, perché i volonterosi ragazzi del «Paciunzio» (qui la chiamano affettuosamente così, la loro scuola) hanno in programma, l'anno prossimo, di pitturare anche il terzo piano.

Fieri delle macchie di colore sulle loro magliette, quasi fossero medaglie!

© RIPRODUZIONE RISERVATA