Archivio bozze

Club dei 27

600 studenti a tu per tu con Verdi

17 maggio 2016, 07:00

600 studenti a tu per tu con Verdi

Lucia Brighenti

Se la domanda è «Tu conosci Verdi?», a rispondere di sì sono poco meno di seicento alunni delle scuole elementari di Parma e provincia. Nell'Auditorium Paganini, si è svolta la premiazione della trentaduesima edizione del concorso organizzato dal Club dei 27.

Come ogni anno, i ragazzi delle classi quinte di quindici scuole elementari hanno creato temi, disegni ed «espressioni libere» (ossia manufatti e creazioni multimediali) di argomento verdiano, sviluppati dopo le lezioni su vita e opere del Maestro tenute per loro dai membri del Gruppo di appassionati verdiani.

«Il Club dei 27 porta avanti il nome di Verdi e le nostre tradizioni – ha detto il sindaco Federico Pizzarotti, all'inizio della cerimonia – Questo concorso è una bella occasione per conoscere una musica che viene da lontano ma che ancora oggi ci può insegnare molto».

Dopo il «Va pensiero» cantato dai membri del Gruppo, il presidente del Club dei 27, Enzo Petrolini, ha chiamato sul palcoscenico le classi per consegnare gli attestati di partecipazione e i premi.

Quindici le scuole partecipanti, per un totale di ventisette classi e 587 alunni che hanno partecipato con 368 elaborati, suddivisi in 74 temi, 264 disegni e 30 espressioni libere.

I premi consistevano in gift card, dvd d'opera, biglietti per il teatro e per i musei verdiani, oltre a numerosi gadget.

Per le espressioni libere, si sono classificati primi: la classe 5ª A della Scuola Giuseppe Verdi di San Polo di Torrile; Sara Franceschi e Sofia Zanichelli dell'Istituto La Salle di Parma; Paloma Masoero e Luca Nitrosi della Scuola Munari di Sant'Ilario d'Enza; hanno vinto il secondo premio le classi quinte delle scuole Casa Famiglia, Istituto La Salle, Micheli, Palli, Racagni di Parma e Romagnosi di Salsomaggiore e, individualmente, le alunne Linda Pedrazzoli e Federica Razzoli della Scuola Munari di Sant'Ilario d'Enza.

Per la sezione disegni, ha vinto il primo premio Stefano Piccinini dell'Istituto La Salle; il secondo premio è stato invece assegnato ad Anastasia D'Amico della Scuola Diaz di Lesignano e a Natalia Ungureanu della Rodari di Parma. Tra chi ha presentato un tema, si è classificato primo Salvatore Caruso dell'Istituto La Salle; secondi classificati Sofia Mohamed della Belloni di Colorno e Marco Ghirardini dell'Istituto La Salle.

Hanno inoltre meritato una menzione speciale Giuseppe Lamanna - allievo della scuola Munari di Sant'Ilario, per la composizione di un valzer - e la Scuola Belloni di Colorno, che ha partecipato con il maggior numero di alunni. A inizio cerimonia, Enzo Petrolini ha ringraziato Intesa San Paolo «che da anni ci dà una mano, raccogliendo l'eredità di Fondazione Banca Monte», e tutti gli sponsor che hanno sostenuto l'iniziativa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA