Archivio bozze

Lutto

E' morto Silvano Sbuttoni

09 agosto 2016, 07:00

E' morto Silvano Sbuttoni

Beatrice Minozzi

Un uomo leale, una persona schietta, un amico su cui poter sempre contare. E' così che tutti ricorderanno Silvano Sbuttoni, il 67enne di Parma scomparso sabato notte dopo aver perso la sua personale battaglia contro un male che non gli ha lasciato scampo. Una malattia che se l'è portato via quando ancora molte erano le cose da fare, ancora tanti i sorrisi da dispensare e gli amici da aiutare. Si perché Silvano non sapeva tirarsi indietro: se c'era bisogno di lui, lui c'era, sempre e comunque, con quel bagaglio di esperienza e capacità grazie al quale tante situazioni ha risolto. Nato nel ‘49 a Castell'Arquato, nel piacentino, Sbuttoni si è trasferito a Parma nel' 74 insieme alla moglie Corinna, sua compaesana. E'qui che l'allora 25enne ha iniziato la sua carriera lavorativa come meccanico prima e come capo officina poi, sempre da Auto Zatti dove sarà ricordato come un lavoratore instancabile e un amico di tutti. Raggiunta l'età pensionabile, però, ha potuto dedicarsi anima e corpo alla sua più grande passione, quella per la pesca. Insieme alla moglie ha scelto come «luogo del cuore» Pratopiano, nel palanzanese, dove ha passato i momenti più felici e spensierati della sua vita. Da qui partiva, di buona mattina, a «caccia» di funghi oppure per le mitiche battute di pesca che avevano ogni volta una meta diversa: dalla Val Parma alla Val Taro, dalla Val D'Enza fino alla Val Baganza. Insieme a lui gli amici più cari, con i quali condivideva l'impegno della Società di Pesca Sportiva Fario. «Silvano era il mio braccio destro - commenta commosso il presidente Bernardo Uccelli -. Era un tuttofare: non c'era cosa che lo spaventasse, aveva una soluzione per tutto. Le sue capacità spaziavano in ogni ambito: sapeva aggiustare un decespugliatore come pescare e allevare trote». Uccelli descrive l'amico come una persona «molto equilibrata e modesta, che sapeva trovare soluzioni anche nelle situazioni più spinose. La sua assenza si farà sentire anche nell'organizzazione della nostre feste e nell'organizzazione della società più in generale. E'venuto a mancare un pilastro, non so neppure come faremo ad andare avanti». La mancanza di Sbuttoni si farà sentire anche a Pratopiano, dove l'uomo faceva parte del circolo Anspi della frazione. I funerali si terranno oggi, partendo alle 10 dall'Ospedale Maggiore per la chiesa parrocchiale di Sant'Evasio. Dopo il rito funebre la salma proseguirà per il tempio di Valera.

© RIPRODUZIONE RISERVATA