Archivio bozze

BUSSETO

L'addio del paese a Emanuela Adorni

12 agosto 2016, 07:00

L'addio del paese a Emanuela Adorni

Michele Deroma

Sono stati celebrati ieri mattina, nella chiesa collegiata di Busseto, i funerali di Emanuela Adorni, 45enne scomparsa nel tardo pomeriggio di lunedì, dopo una lunga battaglia contro u male terribile. In tantissimi, con commozione, hanno voluto salutare per l’ultima volta «l’Emanu» – come era soprannominata dalle amiche - ed esprimere il proprio cordoglio e vicinanza ai suoi familiari, in particolare al marito Marino Palmas e ai figli Lara e Lorenzo. La cerimonia di ieri mattina è stata celebrata da don Stefano Bolzoni, prevosto della parrocchia di Busseto: nel corso dell’omelia, don Bolzoni si è soffermato sulle parole della Bibbia e del Vangelo, per dare un senso con la fede al distacco terreno di Emanuela, che ha affrontato la lunga malattia con coraggio e determinazione, fino alla fine. «Difficile trovare le parole, di fronte ad una tragedia che ha colpito profondamente il cuore di ciascuno di noi», ha spiegato il sacerdote alla folla presente nella collegiata di Busseto, invitando i fedeli «a pregare per Emanuela e per i suoi familiari». Grande la commozione, in una chiesa collegiata stracolma di fedeli ed amici della donna, che aveva lavorato per tanti anni come commessa alla Coop, prima a Busseto, successivamente a Noceto: una partecipazione assai significativa che già si era vista alla recita del rosario, nella serata di mercoledì, a testimoniare quanto la donna fosse apprezzata e benvoluta. Emanuela Adorni era infatti una persona di grande dolcezza e bontà nella vita di tutti i giorni, una commerciante disponibile e attenta alla clientela sul posto di lavoro, una moglie e una madre amorevole in famiglia, verso i propri cari.

Al termine del rito funebre, i parenti e gli amici della 45enne hanno accompagnato Emanuela Adorni nel suo ultimo viaggio, verso il locale camposanto, dove la donna ora riposa.