Archivio bozze

SALUTE

Come proteggersi da punture delle zanzare

in particolare della zanzara culex vettore del virus West Nile

24 agosto 2016, 18:58

Come proteggersi da punture delle zanzare

In merito alle misure da adottare per meglio proteggersi dalle punture delle zanzare vettori del virus West Nile, in linea con quanto previsto dalla Regione Emilia Romagna, si ricordano alcuni suggerimenti utili in merito che il Comune condivide con la Regione.

La Pianura Padana presenta un clima particolarmente favorevole alla proliferazione delle zanzare. Da diversi anni alla zanzara culex, che è storicamente presente nelle nostre zone e più attiva dopo il crepuscolo, si è affiancata anche la zanzara tigre, che invece punge prevalentemente di giorno. La zanzara tigre può trasmettere i virus Dengue/ Chikungunya/ Zikavirus mentre la Zanzara culex può trasmettere la febbre del Nilo occidentale – West Nile. La Regione Emilia Romagna ha approntato programmi in grado di cogliere tempestivamente ed efficacemente l’insorgere delle circolazioni virali.

In conformità con le direttive regionali, il Comune di Parma ha adeguato le proprie linee di azione per la lotta integrata alle zanzare vettrici del virus West Nile, infatti, per tutte le manifestazioni organizzate che comportino il ritrovo di molte persone nelle ore serali in aree all’aperto, sarà prescritta agli organizzatori l’effettuazione di una preventiva disinfestazione. L’Amministrazione Comunale ricorda a tutta la cittadinanza che è importante evitare di essere punti, utilizzando repellenti, abiti con maniche lunghe, zanzariere nelle abitazioni. E' fondamentale evitare la formazione di ristagni d’acqua (tutte le zanzare depongono uova che hanno bisogno di acqua per schiudersi e far nascere le larve che, in pochi giorni, si trasformano in zanzare adulte). Oltre al trattamento larvicida delle tombinature e delle zone di scolo e ristagno degli spazi di pertinenza, si pone l’attenzione su questi semplici accorgimenti, che sono indispensabili per ottenere dei risultati nella lotta alle zanzare: verificare che le grondaie siano pulite e non ostruite; eliminare i sottovasi e, dove non è possibile, evitare il ristagno d’acqua al loro interno; non lasciare gli annaffiatoi e i secchi con l’apertura rivolta verso l’alto; svuotare settimanalmente e tenere puliti gli abbeveratoi e le ciotole per l’acqua degli animali domestici; non svuotare nei tombini i sottovasi o altri contenitori; non lasciare le piscine gonfiabili e altri giochi in giardino pieni d’acqua; coprire le cisterne e tutti i contenitori dove si raccoglie l’acqua piovana; anche al cimitero pulire periodicamente e con cura i vasi portafiori, cambiare di frequente l’acqua dei vasi o trattala con prodotti larvicidi