Archivio bozze

Langhirano

Festival del Prosciutto, la prima fetta è di chef Cracco

03 settembre 2016, 07:00

Festival del Prosciutto, la prima fetta è di chef Cracco

Giovanni Lusardi

Inaugurazione stellata per il Festival del Prosciutto di Parma. In piazza Ferrari a Langhirano lo chef Carlo Cracco ha dato il via alla diciannovesima edizione del Festival del Prosciutto di Parma. Cracco è stato ospite d'eccezione della cerimonia inaugurale e la serata è stata aperta dal sindaco di Langhirano Giordano Bricoli, dal sindaco di Parma Federico Pizzarotti, dal presidente della Provincia di Parma Filippo Fritelli e dal presidente della Regione Stefano Bonaccini.

La fotogallery

Bricoli ha ricordato l’importanza del Festival: «Il Prosciutto di Parma è un prodotto eccellente di qualità e naturale riconosciuto e ricercato in tutto il mondo, il Festival è l’occasione per far conoscere al consumatore le caratteristiche di qualità di questo prodotto e insegnargli a riconoscere il prodotto vero». Lo chef Cracco è poi stato coinvolto insieme al presidente del Consorzio del Prosciutto di Parma Vittorio Capanna, all’assessore all’Agricoltura della Regione Simona Caselli e al vicepresidente delle Fiere di Parma Annalisa Sassi in una chiacchierata sul tema del Prosciutto di Parma e delle certificazioni Doc, Dop e Igp. Dopo aver ricevuto una targa commemorativa dal Consorzio del Prosciutto e essersi cimentato nel taglio del prosciutto lo chef ha provveduto a tagliare il nastro aprendo la Prosciutteria Comunale in piazza Garibaldi, poi c’è stato il taglio a mano del prosciutto e un buffet inaugurale in municipio.

Anche quest’anno come da tradizione viene riproposta l’iniziativa Finestre Aperte dove i visitatori potranno visitare i prosciuttifici; questa offerta oltre che nel primo sarà disponibile anche nel secondo e terzo weekend di settembre con le navette in partenza da piazzale Corridoni a Langhirano e da viale Toschi a Parma. Oltre a Finestre Aperte torna l’iniziativa Prosciutto in Vigna che consente ai visitatori di visitare le cantine e gustare il Prosciutto di Parma abbinato con un altro prodotto d’eccellenza del territorio come i vini dei Colli di Parma. Tornano anche le degustazioni nella Cittadella del Prosciutto, dove oggi alle 11 e alle 16 e domani alle 16.30 si potrà provare il prosciutto con abbinamenti classici come vini dei colli parmensi o particolari come la birra artigianale Panil e Il Sale, ma verranno riproposte anche iniziative come la mostra d’arte Pig Art all’Azienda Cav. Ilari, le visite guidate al Museo del Prosciutto a un prezzo speciale per il Festival, l’importantissima rassegna letteraria e gastronomica I Sapori del Giallo e la fotomaratona «Il Prosciutto in un Click». Ma quest’anno sono tante anche le nuove iniziative: oggi alle 18.30 alla Cittadella del Prosciutto «Prosciutti dal Mondo» sarà condotto dalla giornalista Francesca Romana Barberini dove i vari prosciutti di qualità saranno presentati al pubblico del Festival; oggi e domani alle 17.30 in via Mazzini andrà in scena «Il Prosciutto di Parma, come si fa» dove in collaborazione con l’Istituto Parma Qualità verranno concretamente mostrate al pubblico le fasi di lavorazione; oggi si terrà la caccia al prosciutto virtuale LanghirHunt, organizzato da Langhiranovalley insieme al concorso fotografico per smartphone #Hamazing. Questo festival pensa anche alla cultura, sarà presente infatti la mostra per giovani talenti «Nuove scoperte in Arte» che sarà inaugurata oggi alle 15.30 in piazza Garibaldi, domani alle 10 si terrà invece un convegno tecnico-scientifico a cura dell’Onas nel Teatro Aurora mentre alle 19 il Circolo Arci Camaleonte organizza in via Pellegri un dibattito sul prosciutto e sulle diete a base di carne rossa con il nutrizionista Federico Cioni e il presidente della F.lli Galloni spa Carlo Galloni.