Archivio bozze

TRAVERSETOLO

Lite tra fratelli, un ferito

04 settembre 2016, 07:02

Lite tra fratelli, un ferito

Bianca Maria Sarti

Una lite, certo non la prima, che questa volta, però, è degenerata in una violenza assurda. Tanto che ad un certo punto è spuntato persino un machete e per riportare la calma sono dovuti intervenire i carabinieri della stazione locale e i militi della Croce Azzurra.

Tutto si è svolto qualche giorno fa, durante la notte, quando un bisticcio si è trasformato in una vera e propria aggressione in una villetta di via Petrarca, a pochi passi dalle strutture dell'Istituto Comprensivo del paese. Poco si conosce sulle dinamiche della colluttazione; è comunque emerso che i protagonisti sono due fratelli di 51 e 47 anni, entrambi residenti da tempo a Traversetolo. I due vivono soli, nessun altro era presente nella casa quando è scoppiata la lite, con molta probabilità originata da questioni di natura privata. Il più anziano dei due, entrambi incensurati, nel bel mezzo della lite ha colpito al braccio il fratello con un pericoloso machete. I vicini riferiscono di aver udito grida violente, ma non è chiaro chi abbia fatto scattare l'allarme: non è da escludere che la chiamata al 118 sia stata effettuata da uno dei due fratelli, resosi conto della gravità della situazione. All'arrivo dell'autoambulanza della Croce Azzurra, insieme alla pattuglia dei carabinieri di Traversetolo in tanti si sono affacciati alla finestra o alla porta di casa preoccupati.

«Abbiamo visto uscire uno dei due fratelli con il braccio fasciato – racconta un residente – l'altro è salito sulla macchina dei carabinieri». Il ferito è stato trasportato al Maggiore e dopo le medicazioni del caso è stato dimesso; per lui una prognosi di meno di un mese. L'aggressore invece è stato denunciato a piede libero per aggressione e lesioni.

Secondo le testimonianze dei vicini non era la prima volta che si udivano liti e scontri verbali provenire dalla villetta. Qualcuno riferisce di aver già segnalato in passato qualche episodio ai carabinieri che ora stanno indagando sulla vicenda.

© RIPRODUZIONE RISERVATA