Archivio bozze

LEGA PRO

Il Parma a Santarcangelo: segui la partita in diretta

Trasferta in diretta su TvParma (ma non in streaming) e aggiornamenti minuto per minuto sul nostro sito

10 settembre 2016, 07:00

Sandro Piovani

Detto (banalmente) che ogni gara vale tre punti, ci sono partite (e momenti) che hanno un significato importante. Oggi il Parma gioca una di queste. I motivi? Innanzitutto si gioca contro il Santarcangelo (Stadio Valentino Mazzola, ore 16,30) che è l'unica squadra a punteggio pieno, pur dopo due turni di campionato solamente; il Parma poi in trasferta ha steccato la prima, giocando senza verve in quel di Modena (ed era pur sempre un mini-derby); inoltre quella di oggi è la prima di tre gare in otto giorni e gli avversari sono tutti di prima fascia (martedì il Venezia al Tardini poi, sabato prossimo, altra trasferta a Pordenone).

Dosare le forze

Il refrain in casa Parma, cantato da giocatori ed allenatore, è quello di pensare gara dopo gara. Ma inevitabilmente Apolloni dovrà fare i conti con questo trittico, soprattutto per quanto riguarda la gestione delle forze, fisiche ma anche mentali. Il rischio per esempio è quello di concentrarsi molto (si spera non soltanto) sul Venezia, squadra data come grande favorita per la vittoria finale del girone B di Lega Pro. Questo trittico in otto giorni, oltre a mettere in palio nove punti pesanti, potrebbe dare indicazioni importanti: sulla maturità della squadra nella gestione delle forze ma anche un primo colpo d'occhio sulla classifica ed i suoi sviluppi.

Quale sistema di gioco?

Intanto è tempo di pensare al Santarcangelo. Il Parma dovrà fare a meno di due esterni di destra come Garufo e Mazzocchi: queste assenze, insieme alla buona mezzora finale con il Lumezzane, potrebbe indurre Apolloni a cambiare sistema di gioco? Potremmo vedere un Parma con il 4-3-3 (o simili)? Difficile che Apolloni decida di mettere in solaio il 3-5-2 studiato sin dal primo giorno di ritiro. Più facile che le altre soluzioni arrivino a gara in corso, anche se alcune riflessioni sicuramente sono state fatte. Non si pensi però che giocare a tre punte significhi mandare in campo contemporaneamente Guazzo, Evacuo e Calaiò come è accaduto sabato scorso nei minuti finali di Parma-Lumezzane: tutti e tre sono prime punte e sarebbe difficile per loro interpretare (insieme) questo sistema di gioco. Inoltre sistemare la difesa a quattro potrebbe anche costare il posto ad uno dei tre centrali (probabili titolari): uno tra Coly, Canini e Lucarelli potrebbe partire dalla panchina. Anche se è vero che Coly potrebbe anche giocare sulla destra. In ogni caso le idee non mancano: bisogna applicarle al momento giusto.

Tutta Parma ti guarda

Senza dimenticare che da oggi tutta la città, grazie allo sforzo di Tv Parma, potrà seguire in diretta le gesta del Parma. Insomma dire «occhio Parma che tutta la città ti guarda» non vuole essere una “minaccia” ma un ulteriore incitamento da parte di chi non è potuto andare a Santarcangelo.