Archivio bozze

Taneto Carpi Nonantola

Spray urticante in disco: 10 giovani al pronto soccorso

21 novembre 2016, 06:01

Spray urticante in disco: 10 giovani al pronto soccorso

Come finale di una serata di musica e divertimento non è certo quello che ti aspetti: quattro ragazzi finiti al pronto soccorso con gli occhi pesti e il fiato che si blocca in gola. Tutto per colpa di quella che potrebbe sembrare una bravata e, sopratutto, di un flacone di spray al peperoncino spruzzato da un giovane nel bel mezzo di un concerto al Fuori Orario di Taneto, appena oltre l'Enza. E visto il parapiglia che è scoppiato subito dopo è già una fortuna che il bilancio non sia stato ben più pesante  Secondo quanto raccontato dai tanti parmigiani presenti, accorsi nel locale di Taneto per assistere ad un concerto, e confermato dai carabinieri di Gattatico, a rovinare la serata sarebbe stato un ragazzo, non ancora identificato, che avrebbe avuto la sensazione che un altro ragazzo gli stava cercando di rubare il portafoglio.  Forse si è trattata solo di una impressione, forse solo un urto occasionale nel bel mezzo della ressa di un locale all'interno del quale si trovavano centinaia di giovani.  Nonostante questo il ragazzo ha deciso di reagire: e arraffata la bomboletta che si era portato in tasca per chissà quale evenienza, ha spruzzato quel liquido irritante in pieno volto ad un altro altro ragazzo che era alle sue spalle. E' stata decisamente una idea sbagliata: in primo luogo perché, ovviamente, l'uso di questi prodotti è sottoposto a precise regole. E spruzzare a caso in un locale pubblico come questo è un comportamento proibito. Secondo perché quello che si è preso il rovente vapore al peperoncino in piena faccia non era neppure lo stesso che aveva sfiorato il giustiziere.  E non è finita qui: la nuvola di gas oltre al primo ragazzo ha raggiunto in volto altri tre giovani: e sono appunto proprio questi quattro ragazzi quelli che hanno dovuto farsi vedere dai medici del pronto soccorso. Intanto però, come prevedibile, l'effetto dello spray ha coinvolto anche altre persone intorno, spaventate da quel gas che fa lacrimare gli occhi e strattonate da chi cercava di allontanarsi dal raggio d'azione della bomboletta. Secondo il racconto di alcuni, ma si tratta di una ipotesi tutta da confermare, qualcuno avrebbe anche approfittato della confusione per provare a rubare portafogli e cellulari a chi stava intorno. Una parziale conferma verrebbe dal fatto che alla fine della agitata serata, quando nel locale di Taneto si sono accese tutte le luci, sono stati trovati alcuni cellulari a terra.  Ma neppure i carabinieri hanno potuto dimostrare che si sia trattato di oggetti rubati e poi nascosti oppure di telefoni persi nella concitazione dei momenti che hanno seguito l'uso della bomboletta. Ovviamente sono in corso altri accertamenti per chiarire i dettagli di questo episodio che, tra l'altro, arriva, meno di un mese di un fatto analogo. Lo scorso 16 ottobre infatti, poco dopo le tre del mattino, durante un concerto del celebre dj Gigi D'Agostino, un artista che a Taneto (come del resto altrove) fa sempre il pienone, qualcuno aveva avuto la bella idea di scaricare un'altra bomboletta in mezzo alla pista piena di gente. Non tutti nel locale subito hanno compreso cosa fosse accaduto e in tanti, in preda al timore, hanno iniziato a correre verso le uscite. Per fortuna i responsabili del Fuori Orario, compreso il rischio, sono riusciti ad aprire tutte le porte areando il locale e permettendo ai tanti giovani di uscire all'aperto. Anche in quel caso il responsabile di questo pericoloso gesto è riuscito ad allontanarsi senza farsi individuare mentre sul posto è arrivata anche un'ambulanza e per cinque giovani è stato necessario recarsi al pronto soccorso per le medicazioni del caso. 

Spray urticante a Nonantola: due ragazze al Pronto soccorso

Due ragazze sono state portate in ospedale per accertamenti dopo aver avvertito un forte bruciore agli occhi e alla gola mentre ballavano in una discoteca di Nonantola, nel Modenese. L’ipotesi è che qualcuno, all’interno del locale, abbia utilizzato spray urticante come già era accaduto di recente in discoteca ancora nel Modenese, a Carpi (in tre all'ospedale), e nel Reggiano.
L’episodio risale alla notte tra sabato e domenica. Il 118, chiamato subito sul posto dai gestori del locale, ha portato le due giovani al Policlinico di Modena. Le porte di sicurezza del club di Nonantola dove si è verificata l’intossicazione sono state aperte per alcuni minuti per consentire il ricambio dell’aria. Sul fatto indagano i carabinieri.