Sei in Archivio bozze

Sicurezza

Diciassette nuovi «occhi» a Noceto

08 dicembre 2016, 06:00

Diciassette nuovi «occhi» a Noceto

Mariagrazia Manghi

Il Comune di Noceto estende l’impianto di videosorveglianza con nuove postazioni e telecamere collegate in wireless o fibra ottica alla centrale operativa situata in Municipio.

17 nuovi occhi sorveglieranno il territorio, 6 telecamere a Borghetto, 6 a Costamezzana e 5 nel capoluogo.

«A metà mandato possiamo dire di aver concretizzato con numerosi interventi la nostra strategia di azione finalizzata alla sicurezza - ha detto il Sindaco Fabio Fecci a commento della gara d’appalto che ha affidato i lavori per le prossime installazioni - solo quest’anno abbiamo investito 140.000 euro e, dopo Pontetaro sul quale ci eravamo concentrati nel 2015, siamo arrivati anche nelle frazioni di Borghetto e Costamezzana».

«Noceto, che per primo ha investito in telecamere nel 2000 - ha proseguito il sindaco - oggi continua sulla strada tracciata implementando il sistema e migliorandolo dal punto di vista tecnologico».

Nuovi server e software che insieme alle videocamere consentiranno una lettura delle targhe dei veicoli in entrata e in uscita per un controllo finalizzato sia per il rilievo di sanzioni amministrative che per le indagini di natura penale.

Gli strumenti «intelligenti» monitoreranno i punti sensibili lungo le strade provinciali e statali, potranno tracciare le rotte di veicoli in fuga a seguito di un vento criminoso, individuare i mezzi sospetti.

«La gara d’appalto è stata impegnativa ma ha prodotto proposte di qualità – ha commentato Enrico Tedeschi, ingegnere coordinatore della progettazione – materiali e telecamere vanno ad inserirsi in un sistema di controllo di ampio respiro in sinergia stretta con le forze dell’ordine. Questa strumentazione col tempo potrà interfacciarsi con la banca dati del Ministero dell’Interno». I lavori verranno affidati entro l’anno e inizieranno a gennaio per terminare entro il mese di febbraio. Alla presentazione è intervenuto anche l’ispettore capo Angelo Bernazzoli della Polizia Municipale che, insieme ai responsabili dell’ufficio tecnico Moreno Trentini e Massimiliano Zucchi, ha concorso alla progettazione del sistema. «Abbiamo portato avanti molteplici azioni onorando il patto sulla sicurezza che abbiamo sottoscritto ad aprile scorso con il Prefetto di Parma Giuseppe Forlani – ha detto Il Sindaco Fecci - le videocamere sono un tassello importante di una rete di sorveglianza: il nuovo furgone attrezzato per la Polizia Municipale, una vera e propria stazione mobile di sorveglianza, il sistema Targasystem per combattere l’illegalità sulla strada, la sorveglianza notturna del territorio, la polizza assicurativa a tutela dei cittadini, la convenzione con l’Istituto di vigilanza privato e la promozione del controllo di vicinato nel quale oggi sono attive complessivamente 196 persone».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal