Sei in Archivio bozze

SANITA'

Allarme a Corcagnano: «Non toglieteci i medici»

10 dicembre 2016, 06:02

Luca Molinari

«Non lasciateci senza medico». E’ l’appello lanciato da alcuni abitanti di Corcagnano e dei paesi limitrofi dopo che uno dei due medici curanti attivi nella zona è andato in pensione.

In una lettera inviata alla «Gazzetta» - firmata da Renato Giuffredi, Gioacchino Modica, Gabriella Ghillani, Mauro Gardoni, Laura Bisi - i residenti della zona invitano l’Ausl a «creare a Corcagnano un polo medico dove poter trovare un numero adeguato di medici in grado di assistere una popolazione di 8 mila abitanti, con almeno un pediatra e un infermiere».

Sino a sei mesi fa infatti gli abitanti del quartiere di Vigatto - che comprende Corcagnano, Panocchia, San Ruffino e Alberi - potevano contare sulla presenza di due medici che visitavano i pazienti a Corcagnano, in una posizione baricentrica per questa fetta di territorio comunale.

«A giugno - si legge - uno di questi medici è andato in pensione ed è stato sostituito in via provvisoria (come comunicato dalla lettera che l’Asl ha inviato ai pazienti) da un medico che ha visitato nello stesso ambulatorio fino al 30 novembre. La maggior parte dei pazienti non ha ancora scelto il nuovo medico curante, in attesa della nomina del medico definitivo».

Gli abitanti della zona temono che la nomina di un nuovo medico rischi di non risolvere il problema venutosi a creare. «Il nuovo medico, nominato secondo le graduatorie nazionali, potrebbe arrivare da fuori provincia - scrivono i residenti - e, nel caso dovesse avere già un certo numero di pazienti altrove, finirebbe inevitabilmente per dividere l’assistenza tra nuovi e vecchi pazienti».

Il timore dei residenti è che questa situazione si possa ripresentare tra qualche anno, quando anche l’altro medico operante sul territorio andrà in pensione. «L’intera popolazione della zona - continua la missiva - dovrà rivolgersi alla Casa della salute di via Carmignani (quartiere Montanara), polo di riferimento per il quartiere Montanara-Vigatto».

«Conosciamo l’efficienza e la professionalità dei medici operanti in quel polo - aggiungono - ma in questo modo verrebbe a mancare l’assistenza medica agli abitanti del territorio di Vigatto, soprattutto ai più anziani e alle loro famiglie, perché via Carmignani si trova a diversi chilometri dagli attuali ambulatori e non è certamente collegata alla zona di Vigatto con servizi pubblici frequenti».

Da qui la richiesta all’Ausl di dar vita a un distaccamento della Casa della salute di via Carmignani a Corcagnano, per rispondere ai bisogni della popolazione della zona.

«Il nostro territorio forse è tra i primi a fare i conti con questo problema, ma in futuro anche altre zone della città si potrebbero trovare in situazioni analoghe. E’ importante allora - concludono - che l’Ausl trovi la soluzione più idonea per eliminare il disservizio venutosi a creare in questa comunità».

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal