Sei in Archivio bozze

Promozione

La sorpresa Monticelli: obiettivo play-off con tanti giovani

03 gennaio 2017, 06:00

La sorpresa Monticelli: obiettivo play-off con tanti giovani

Marco Bernardini

Dietro al quartetto in testa in Promozione formato da Pallavicino, Piccardo Traversetolo, Carignano e Agazzanese si sta mettendo in evidenza il Monticelli. quinto e in zona play-off.

Cinque vittorie e un pari l’impressionante striscia positiva prima della pausa, e la palma di miglior difesa del girone: solo dodici le reti incassate, l’ultima subita il 13 novembre in casa della Castelnovese/Meletolese che porta l’imbattibilità in atto a 480 minuti.

Non male per una squadra imbottita di giovani, partita unicamente a caccia di una salvezza tranquilla, obiettivo già ipotecato in larghissimo anticipo, in uno dei campionati più duri ed equilibrati degli ultimi anni.

Nelle prime tre giornate si era ritrovata addirittura in vetta alla classifica a punteggio pieno. Segno che il tecnico Paolo Gussoni, tra i più preparati in circolazione e scelto a maggio per dimenticare le peripezie delle scorse travagliate stagioni, ha saputo toccare le corde giuste riuscendo a sovvertire lo scetticismo della vigilia anche grazie ad alcune intuizioni tattiche come l’arretramento dell’attaccante Rampini, classe ‘96, nel ruolo di terzino e la fiducia rinnovata al regista Borchini, spostato al centro della retroguardia.

Ecco perché sarebbe un peccato sedersi sugli allori e rallentare proprio nel momento-clou.

«In estate abbiamo compiuto un ottimo lavoro con meno risorse degli altri - ribadisce il ds Maurizio Marchini. sempre attento alla linea verde - lo staff tecnico è di prim’ordine, inoltre disponiamo di un gruppo importante anche in prospettiva futura. A questo punto dobbiamo alzare l’asticella e provarci: se siamo quelli dell’andata possiamo arrivare ai play-off».

Messaggio recepito dall’allenatore Gussoni, già sulle panchine di Ciano e Bibbiano San Polo, al quale in molti attribuiscono gran parte dei meriti della metamorfosi dei termali rispetto al recente passato.

«L’obbligo è di crederci fino alla fine. Chiederò sempre il massimo impegno ai ragazzi. Chi gioca contro di noi non dovrà mai avere vita facile, vogliamo confermare quanto di buono è stato fatto nel girone d’andata e continuare a toglierci tante soddisfazioni».

La sorpresa Monticelli nasce da un gruppo che si è messo a disposizione fin dal primo allenamento, e da uno staff che lavora con me in totale sintonia. L’ottimo avvio ci ha consentito di prendere fiducia, poi siamo cresciuti poco alla volta».

Un rendimento del genere non era inatteso. «Ci ho sempre sperato altrimenti non sarei nemmeno venuto qui a Monticelli. In rosa abbiamo buonissimi giocatori, conoscevo il loro reale valore e la diffidenza nei nostri confronti veniva più dall’esterno da parte degli addetti ai lavori».

Alla ripresa si farà visita al «Cavagna» alla capolista Pallavicino. «Massimo rispetto verso il Pallavicino costruito per vincere il campionato, andremo là a fare la nostra partita».

E sul campionato, prosegue Gussoni, «vedo squadre strutturate bene sia a livello di singoli che di organico, faranno la differenza la costanza di risultati e chi arriverà più in forma a primavera».

Magari questo Monticelli? «Dipenderà se sapremo proseguire su questa strada, lavorando con grande tranquillità, e dando fastidio a tutti»

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal