Sei in Archivio bozze

FIDENZA

Meningite, la conferma: non c'è rischio contagio

16 gennaio 2017, 06:02

Meningite, la conferma: non c'è rischio contagio

Anche gli ultimi timori sono caduti, grazie agli esami definitivi eseguiti nella notte tra sabato e ieri. La quattordicenne fidentina iscritta a una prima che si è sentita male l'altro ieri mattina in classe al Paciolo-D’Annunzio non è stata colpita da una forma batterica da meningococco. Non c’è dunque pericolo di contagio da persona a persona. Ma motivi di apprensione ne rimangono eccome, perché nel frattempo rimane riservata la prognosi della giovane malata, che rimane ricoverata in Rianimazione all’ospedale Maggiore di Parma. La ragazza è mantenuta in stato di coma indotto. Le sue condizioni sono stabili, ma sempre gravi.

A rendere noti con un comunicato congiunto i risultati pervenuti dai laboratori dell’Azienda ospedaliero universitaria di Parma e confermati dal laboratorio dell'ospedale Sant’Orsola di Bologna sono le direzioni dell'Ausl e dell'Aosp: la giovane non è affetta da meningite batterica da meningococco che rappresenta la forma diffusiva e contagiosa.

«Si rassicura, pertanto, - si legge nel bollettino - che non c’è rischio di contagio da persona a persona e che non è quindi necessaria la profilassi sanitaria per chi ha avuto contatti con la ragazza. Per la giovane la prognosi rimane riservata. Sono tuttora in corso ulteriori approfondimenti per capire la causa dell’infezione».

Intanto, il dirigente scolastico dell’istituto Paciolo-D’Annunzio, Giovanni Fasan, ha annunciato che oggi, l’istituto di via Manzoni sarà aperto e le lezioni si svolgeranno regolarmente. «Come ci ha tranquillizzato l’Ausl non c’è nessun rischio di contagio e lo ribadisco: studenti e genitori devono stare tranquilli. E oggi aspettiamo tutti i ragazzi in classe».

Anche il sindaco Andrea Massari, rimasto in contatto con l’Ausl e con il dirigente scolastico, sin dai primi momenti, seguendo costantemente l’evolversi della situazione, ha rassicurato tutti i fidentini, ribadendo che l’Ausl e l’Aosp hanno confermato l’assenza di pericoli di contagio.

«Questo – ha aggiunto il primo cittadino - per tranquillizzare le tante persone che mi hanno chiesto come comportarsi, avendo figli e amici che frequentano l’istituto di via Manzoni. Ribadisco che la scuola è sicura e non sono necessarie azioni di profilassi sanitaria su studenti, amici e famigliari e ambienti. Oggi è arrivata una ulteriore conferma. Era già stato predisposto un piano nel caso si trattasse della forma di meningite contagiosa, ma fortunatamente non si è reso necessario metterlo in atto».

«La nostra giovane concittadina - ha proseguito Massari - rimane in condizioni di prognosi riservata e per questo rinnovo l’invito a tutta la città a unirsi con un pensiero e una preghiera alla famiglia. Tifiamo tutti insieme per lei con la speranza che possa superare queste ore difficili nel migliore dei modi».

Nella prima mattinata di sabato, la studentessa quattordicenne fidentina, che frequenta la prima classe nell’istituto di via Manzoni, è stata colta da un improvviso grave malore. Insegnanti e compagni di classe hanno intuito subito che si trattava di qualcosa di grave. Non si è perso tempo e sono stati allertati immediatamente i mezzi di soccorso.

Un’ambulanza e l’automedica della Croce Rossa sono accorse a sirene spiegate nella scuola di via Manzoni, dove la ragazza, che versava in gravi condizioni, è stata stabilizzata dal medico, per essere poi trasferita d’urgenza al Maggiore. Poi il sospetto che potesse trattarsi di meningite e di qui la paura che si è sparsa subito in città. Ma quando è arrivata la conferma che si trattava di una forma di meningite non contagiosa l’allarme è rientrato. E adesso l’unico pensiero di tutti i fidentini va alla ragazza.

Ieri in chiesa, durante le funzioni, si è pregato per lei: un segno di speranza, perché possa farcela a superare questo difficile momento nel migliore dei modi e tornare al più presto alla sua spensierata vita di adolescente. s.l.

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal