Sei in Archivio bozze

Salso

Profughi, oggi arriva Minniti tra le polemiche

21 aprile 2017, 07:00

Oggi il ministro degli Interni Marco Minniti sarà a Salsomaggiore. Dopo i recenti contatti con il sindaco Filippo Fritelli sul tema di immigrazione, il titolare del Viminale tratterà, in un incontro istituzionale con l'amministrazione salsese e i sindaci del territorio, i temi legati alla sicurezza.

In particolare si parlerà della presenza di profughi nel territorio della cittadina termale: lo stesso ministro, infatti, era intervenuto un mese fa circa - sollecitato dal sindaco Fritelli e da quello di Fidenza Masari - per «stoppare» nuovi arrivi sul territorio.

E ieri, la Lega, ha lanciato un allarme su nuovi richiedenti asilo arrivati nella frazione termale. «A Tabiano stanno arrivando nuovi clandestini. Si vede che i due sindaci Massari e Fritelli hanno imparato dal loro leader Matteo Renzi perché fanno promesse ma creano solo illusioni», scrive in un comunicato il vicepresidente dell'Assemblea legislativa dell'Emilia-Romagna ed esponente della Lega nord, Fabio Rainieri, annunciando una nuova interrogazione in Regione.

«Fritelli e il prefetto di Parma - aggiunge - avrebbero ammesso ad alcuni anziani tabianesi che nel condominio in cui risiedono saranno ospitati ulteriori 12 di questi immigrati irregolari. Prima però avevano previsto che ne sarebbero dovuti arrivare 24. A questo si aggiunge che nelle notti a Tabiano pare sia tutto uno scorrazzare di queste persone tra rumori e altre attività disturbanti. Insomma, una vera e propria presa in giro da parte dei due sindaci dichiaratamente renziani come quelle dell'ex premier sulla ripresa economica, la riduzione delle tasse, la diminuzione del debito pubblico, l'aumento dell'occupazione giovanile, eccetera eccetera, tutte appunto disattese».

In realtà, spiega il sindaco Fritelli, non si tratta di nuovi arrivi, ma semplicemente della rotazione di profughi in altre strutture tabianesi che si sono aggiudicate il bando della prefettura. «Il numero della presenza di profughi a Tabiano non è cresciuto - assicura -. Nei giorni scorsi io e il prefetto abbiamo incontrato tre nuclei di condomini informadoli dell'arrivo di queste persone nel condominio in cui vivono. Con loro ci terremo in contatto per gestire questa situazione in modo ordinato e in sicurezza. Tutto questo nell'ottica dell'aggiudicazione, con il bando della prefettura, dell'accreditamento per l'accoglienza di profughi di altre realtà tabianesi, e dopo l'intervento del ministro un mese fa e la presenza di Minniti domani (oggi per chi legge, ndr), cioè il non aumentare la presenza di profughi sul territorio, gestire il tutto in modo ordinato e nell'ottica legato al progetto Sprar del ministero dell'Interno e dell'Anci».r.c.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal