Sei in Archivio bozze

CRIMINALITA'

Scippo, anziana ferita in via Palestro

26 aprile 2017, 07:03

Scippo, anziana ferita in via Palestro

Gian Luca Zurlini

Uno scippo violento, attuato con una brutale aggressione, per rubare una collana che una signora di 82 anni portava al collo e che ha subito la frattura del collo dell'omero.

E' la scena di violenza pura che è avvenuta domenica poco dopo le 20 in via Palestro, a poche centinaia di metri dal cinema Astra dove la donna vittima dell'aggressione aveva appena assistito alla proiezione di un film assieme alla consuocera. Ed è proprio quest'ultima, testimone prima allibita e poi inorridita della scena, ad aver chiamato la «Gazzetta» per testimoniare «come anche in una zona che pensavamo tranquilla di Parma si possa essere aggrediti e rischiare la vita». Il suo racconto è tanto lucido quanto emozionato al ricordo di quello che è avvenuto e, anche se dà il suo nome al cronista, preferisce rimanere anonima «perché con quelle persone non si sa mai cosa puà accadere.

L'aggressione alle spalle

«Saranno state le 8 e 20, c'era ancora luce, e stavamo camminando sul marciapiede di via Palestro in direzione di viale Berenini per tornare a casa, nell'Oltretorrente. Non pensavamo di essere in una zona a rischio, anche se comunque eravamo attente». La donna, che ha 75 anni, racconta che «all'improvviso la figura di un uomo molto alto e muscoloso, vestito di nero e con un cappuccio che gli copriva il capo, ha aggredito alle spalle la mia consuocera. Non ho fatto neppure a rendermi conto di quello che accadeva, che l'ho vista cadere a terra con quell'uomo che le era piombato addosso con una violenza spaventosa. Pochi secondi e poi è scappato a gambe levate in direzione di viale Berenini. A quel punto ho gridato per chiedere aiuto e subito sono accorsi alcuni giovani».

La rincorsa e i soccorsi

Mentre l'anziana scippata rimaneva ferita e dolorante a terra («ho persino creduto che potesse essere morta, poi per fortuna mi ha parlato e ha detto che le aveva preso la collana») uno dei giovani intervenuti si è messo di corsa all'inseguimento dello scippatore, mentre gli altri chiamavano i soccorsi. «In poco tempo sono arrivate sia l'ambulanza che i carabinieri - racconta ancora la donna - e devo dire che l'unica cosa positiva di questo episodio tremendo è stata la gentilezza di quei giovani e la cordialità dei carabinieri, davvero molto professionali». Dopo qualche minuto, poi, il giovane che si era messo all'inseguimento dello scippatore è tornato «e si è scusato perché ne aveva perso le tracce, dicendo che se avesse avuto una bici lo avrebbe raggiunto e fermato, ma io penso sia stato meglio così, perché non so di cosa sarebbe stato capace, visto come ci ha aggredite».

Il ricovero e la paura

L'82enne scippata è stata trasportata al Pronto Soccorso del Maggiore, dove è stata raggiunta dalla consuocera: «Domenica sera non c'era molta gente e così le è stata fatta subito la diagnosi del distacco di una parte dell'omero. Adesso le hanno messo un tutore che le immobilizza tutto il braccio sinistro, ha molto dolore e la prossima settimana dovrà tornare per un controllo in cui spero le dicano che non ha bisogno di un intervento chirurgico. Io sono rimasta con lei fino a oltre l'una di notte, ma poi non ho chiuso occhio una volta tornata a casa pensando a quello che era successo».

Una violenza ingiustificata

«Ho voluto rendere pubblico questo atto di violenza per lanciare un allarme a tutti e dire che purtroppo oggi non ci si può mai sentire al sicuro. E mi rimane l'amarezza per la brutalità di quell'uomo che non ho visto in volto, ma che aveva una furia bestiale. Avrei capito di più una richiesta con minaccia, ma si vede che ci aveva già “puntato” e voleva la collana, a qualunque costo. Certo, i tempi sono quelli che sono, ma andare al cinema e finire in ospedale per una violenza gratuita subita è davvero una cosa che qui a Parma non mi sarei mai aspettata di vedere» è la sua amara conclusione,

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal