Sei in Archivio bozze

Noceto

Noceto senza tangenziale, Fecci alza il tiro

29 aprile 2017, 07:00

Noceto senza tangenziale, Fecci alza il tiro

NOCETO

Mariagrazia Manghi

Tangenziale di Noceto ancora al palo e traffico in paese in costante aumento. La situazione, a trent'anni dall'inserimento nel Piano Regolatore Generale di un percorso alternativo alla Strada provinciale 357, si fa paradossale. Lo evidenzia il sindaco Fabio Fecci che dal 1999 combatte instancabilmente la battaglia per la realizzazione del progetto. «L'inizio dei lavori della Ti-Bre in corrispondenza dell'intersezione dell'A1 con la A15, cui sarebbe dovuto corrispondere l'immediato avvio delle opere della nostra tangenziale ha portato addirittura un notevole aumento del traffico dei mezzi pesanti nel centro del paese di Noceto, in particolare cassonati che trasportano materiale inerte e che transitano spesso a velocità elevata - ha scritto in una lettera inviata al presidente della Provincia di Parma, al Prefetto, al ministro Delrio e all'Autocamionale della Cisa -. Il risultato è un ulteriore aggravio delle condizioni della strada che attraversa il paese, un degrado vergognoso dell'asfalto e pesanti ricadute sulla vivibilità del paese, sulla sicurezza e sull'inquinamento acustico e ambientale». Poiché non si è ancora concluso l'iter lungo e sofferto dell'attesa tangenziale, la 357 costituisce oggi ancora l'unica arteria di scorrimento di un traffico di ingenti proporzioni, l'unica via di collegamento tra l'asse pedemontano e quello cispadano. Il primo cittadino di Noceto lamenta di essere stato lasciato solo: «Al di là di un accordo di programma firmato nel 2008, l'amministrazione provinciale non ha mai compiuto azioni significative e concrete dal punto di vista politico a sostegno del Comune di Noceto per dare finalmente avvio ai lavori. Rilevo a riguardo anche lo scarso impegno nel tempo della prefettura, che solo recentemente si è limitata a qualche sollecitazione portata avanti direttamente dal prefetto a seguito delle mie continue insistenze in questo senso. L'unica concreta speranza per Noceto è ora rappresentata dal ministro Delrio che oltre ad averci rassicurato sul fatto che l'opera sia rimasta nel programma governativo della Ti-Bre e nei piani finanziari di Autocisa, ci ha garantito il proprio impegno di portare a compimento l'iter progettuale per dare avvio ai lavori nel 2018». Un percorso ancora in salita anche perché al ministero è arrivata una proposta alternativa di percorso, il progetto di complanare all'autostrada. «Si tratta di un'ipotesi già più volte bocciata da tutti gli enti preposti – commenta Fecci –, mi meraviglio che qualcuno ascolti ancora queste voci che boicottano l'opera per interessi privati a danno del superiore bene pubblico». E ancora ribadisce: «Il nostro territorio sta pagando un prezzo molto alto. In attesa dell'avvio dei lavori della tangenziale, un'infrastruttura che oggi Il ministero include fra quelle di “inderogabile esecuzione” chiedo che la Provincia si faccia carico dei necessari interventi di manutenzione, miglioria e messa in sicurezza del tracciato di sua competenza sul quale transitano ogni giorno circa 18.000 veicoli che sfiorano marciapiedi percorsi da centinaia di pedoni. Ribadisco la necessità di un autovelox, più volte bocciato dalla prefettura di Parma, perché non si debba arrivare a una tragedia tristemente annunciata per fare in modo che tutti si facciano responsabilmente carico delle proprie competenze».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal