Sei in Archivio bozze

PALANZANO

Una rete per lanciare il turismo

01 maggio 2017, 07:00

Una rete per lanciare il turismo

PALANZANO

Beatrice Minozzi

Un gruppo eterogeneo, fatto di giovani imprenditori, commercianti e agricoltori pieni di entusiasmo e di voglia di fare, che condividono una cosa, su tutte: l'amore per la loro terra, per il territorio delle antiche Valli dei Cavalieri. E' da queste premesse che ha preso vita il gruppo «Visit Valle dei Cavalieri», che è stato presentato sabato a Palanzano svelando a tutti la propria mission: far conoscere e valorizzare il territorio delle antiche Valli Dei Cavalieri, rinomato per le sue bellezze paesaggistiche, storiche, dei suoi prodotti agricoli e per la gastronomia locale.

A presentare il progetto è stata Rachele Grassi, guida e operatore turistico e coordinatrice del gruppo. «L'idea è nata dalla necessità di coordinare le esigenze degli imprenditori locali, che sentivano il bisogno di trovare il modo di riunirsi e fare rete per promuovere il loro lavoro e il loro territorio».

Tante idee, quindi, con la necessità di metterle in rete. «Il nostro scopo è quello di promuovere il nostro territorio in collaborazione con gli enti pubblici (abbiamo già il patrocinio del Comune di Palanzano e l'appoggio del Parco Nazionale) - spiega la Grassi, che è anche membro della Comunità delle Valli dei Cavalieri - dando al contempo più visibilità alle nostre aziende». Come? Migliorando la comunicazione (è attiva una pagina Facebook e sarà presto on line il nuovo sito) e promuovendo iniziative che vedano come protagonista il territorio e i suoi prodotti.

A complimentarsi con il gruppo le autorità locali, primo fra tutti il sindaco Lino Franzini: «Grazie a tutti voi perché è una bellissima cosa che può diventare il cuore pulsante del turismo sul nostro territorio».

Il sindaco di Monchio, Claudio Moretti, ha parlato invece di consapevolezza. «Ci vuole la consapevolezza che sui valori di una volta, e su una gestione nuova degli stessi, si può costruire un' economia sana che ha come primo obiettivo quello di non distruggere i valori su cui si basa», ha ribadito Moretti, mentre Mauro Massa, consigliere del Parco Nazionale, ha sottolineato come questo progetto rispecchi appieno i valori promossi dall'Area Mab Unesco di cui Palanzano fa parte.

Presente anche il sindaco di Sorbolo, Nicola Cesari, che ha parlato di innovazione e di idee che possono fare la differenza, mentre Michele Berini, del Consorzio del Parmigiano Reggiano, ha fatto leva sulle due aziende agricole del gruppo che producono Parmigiano Reggiano di montagna, sottolineando i valori che stanno alla base della produzione «in quota»: «monorazza, montagna e bio».

A concludere gli interventi è stata Francesca Scala, presidente della Comunità delle Valli dei Cavalieri, che ha assicurato che «accompagneremo questa iniziativa con tanta gratitudine, entusiasmo e amore, quell'amore che ci lega tutti alla nostra terra».

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal