Sei in Archivio bozze

Agenzia delle entrate

Dove finisce a Parma il 5 per mille?

04 maggio 2017, 07:00

Dove finisce a Parma il 5 per mille?

A chi è andato a Parma e provincia il cinque per mille? Quali sono stati i soggetti - enti di volontariato, ricerca scientifica, Comuni e associazioni sportive dilettantistiche - a cui i parmigiani hanno destinato i loro soldi?

La classifica assoluta, per quanto riguarda i dati pubblicati dall'Agenzia delle Entrate sul suo sito Internet nello scorso aprile relativamente alla «distribuzione» dell'anno 2015 su base provinciale, vede in testa la Lega italiana protezione uccelli, associazione nazionale che ha però la sua sede centrale da sempre nella nostra città.

Alla Lipu di Parma sono state date 9.989 preferenze per 374.290 euro. Del 5 per mille beneficiano enti di natura privata e pubblica che promuovono attività solidaristiche. L'8 per mille è invece destinato alle confessioni religiose e allo stato.

La classifica assoluta

Subito dietro la Lipu, nella classifica assoluta c'è l'Università degli Studi di Parma, ovviamente al primo posto nella «classifica» della ricerca scientifica, con 1.764 preferenze e 101.197 euro. Poi dal terzo al nono altri enti del volontariato, mentre al decimo posto c'è il Comune di Parma, primo della graduatoria dei Comuni della provincia.

Ecco l'elenco dal terzo al nono posto: «Noi per loro» con 2.438 preferenze per 87.140 euro; l'Assistenza pubblica Croce Azzurra di Traversetolo con 2.524 preferenze per 73.434 euro; l'Assistenza pubblica di Langhirano con 2.446 preferenze per 66.379 euro; l'Associazione Neurofibromatosi di Parma (1.773 per 56.944 euro); l'Associazione assistenza volontaria di Collecchio (1.966 per 56.289 euro); l'Associazione missionari saveriani di Parma (1.701 per 52.734 euro); l'Assistenza pubblica di Parma (1.441 per 47.232); il Comune di Parma (1.178 per 44.909).

Enti del volontariato

I primi dieci ricalcano quasi per intero la classifica assoluta. Dietro la Lipu c'è «Noi per loro», al nono l'associazione «Insieme per vivere-Volontari contro il cancro» di Borgotaro con 2014 preferenze per 43.866 euro, e al decimo l'Admo (donatori midollo osseo) di Parma con 1364 preferenze per 40.387 euro.

Ricerca scientifica

Dietro l'Università degli studi di Parma, c'è il Goirc (Gruppo oncologico italiano di ricerca clinica) di Parma con 729 per 32.720 euro; il Conservatorio Boito (30 per 2.800 euro); il Cnit (consorzio interuniversitario per le telecomunicazioni) di Parma (30 per 2.141 euro). Non esistono invece riscontri per quanto riguarda la voce della ricerca sanitaria.

Comuni

Parma, come detto, fa la parte del leone. Seguono, dal secondo al decimo, Collecchio (176 per 6.313 euro); Fidenza (201 per 5.662); Salsomaggiore (151 per 5.039); Noceto (122 per 4.733); Sorbolo (91 per 4.704); Sissa Trecasali (162 per 4.520); Lesignano (134 per 3.762); Fornovo (68 per 2.557); Felino (68 per 2.557).

Associazioni sportive

Tra le associazioni sportive dilettantistiche prima nella classifica del cinque per mille è la Rugby Parma Young (68 preferenze per 9.596 euro) seguita da Audace (64 per 8.253), circolo Anspi Corpus Domini (67 per 5.091); Arsenal (49 per 3.911); Energy Volley (78 per 3.725); Panthers football americano (67 per 3.285); Borgovolley di Fidenza (95 per 3.167); Coop Nordest (43 per 2.889); Cus Parma (41 per 2.534); Madregolo (43 per 2.459). r.c.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal