Sei in Archivio bozze

Ozzano

Gli rubano la bici, la ritrova grazie a Facebook

05 maggio 2017, 07:00

Gli rubano la bici, la ritrova grazie a Facebook

COLLECCHIO

Gli rubano la bici e la ritrova grazie a Facebook. E' capitato a Fabio Petrolini, 42 anni, di Ozzano Taro. Domenica era impegnato a dare una mano durante lo svolgimento delle primarie del Pd ad Ozzano Taro e, come volontario, si è recato al centro civico dove si trovavano alcuni anziani. Ha trascorso con loro qualche ora, poi, nel pomeriggio, ha aiutato due di loro a votare. Si stava facendo sera quando ha deciso di ritornare a casa ma la sua mountain bike azzurra davanti al centro civico di Ozzano Taro non c'era più.

«Fuori dal centro civico - spiega Petrolini - c'erano dei ragazzi stranieri. Subito non ho pensato a loro, solo in un secondo tempo mi hanno fatto notare la loro presenza ed è possibile che ci sia stato un collegamento tra questi ultimi ed il furto».

Ma lui non si è arreso ed ha postato il giorno dopo l'immagine della bici sparita su Facebook nella pagina di «Non sei di Ozzano Taro..».

Tempo un giorno e l'immagine della bici è apparsa sulla pagina Facebook dedicata ai temi della sicurezza a Collecchio: «Sos Collecchio». Lucetta Rossi, una pensionata che abita in via Pezzani, ha pubblicato la foto di una bici abbandonata lungo la strada che si trova nel quartiere di via Braia, dove ci sono le poste e la materna don Milani. Subito uno degli iscritti l'ha riconosciuta ed ha avvisato Petrolini.

«Sono stato contattato direttamente dalla signora Rossi - puntualizza Fabio - che mi ha anche fatto alcune domande per capire se veramente la bici fosse mia oppure no».

La pensionata detective non ha consegnato la bici senza accertarsi, grazie alla descrizione di alcuni particolari, che il 42enne fosse il vero proprietario. Superato l'esame, la donna si è presa cura della bici e l'ha trattenuta a casa propria fino a quando Petrolini non è andato a ritirarla. «Sono molto grato a Lucetta - spiega l'uomo - e al marito Maurizio che mi hanno accolto a casa loro con tanta gentilezza e disponibilità e mi hanno permesso, grazie alla loro intraprendenza, di recuperare la mia bici».

Ricordiamo che a Collecchio esiste l'ufficio oggetti smarriti del Comune che fa riferimento come orari di apertura e di ricevimento degli oggetti smarriti all'Ufficio relazioni con il pubblico. E proprio lì vengono consegnate chiavi, cellulari, oggetti persi come portafogli ma anche bici e zainetti. Se Facebook è una piazza virtuale, per gli oggetti smarriti e ritrovati che vengono consegnati a carabinieri e polizia municipale è necessario contattare il centralino del Comune allo 0521.30111 e chiedere degli oggetti smarriti. Gli orari di apertura dell'ufficio relazioni con il pubblico sono: lunedì, martedì, mercoledì e venerdì 8-13, giovedì 8-17.30, sabato 9-12. G.C.Z.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal