Sei in Archivio bozze

ordinanza

Parma-Reggiana: alcolici e superalcolici vietati per 4 ore

05 maggio 2017, 13:21

Parma-Reggiana: alcolici e superalcolici vietati per 4 ore

Il sindaco Federico Pizzarotti ha firmato l’ordinanza che vieta la vendita, somministrazione e consumo di bevande alcoliche e super alcoliche, in occasione del derby Parma-Reggiana al Tardini”, previsto per domenica 7 maggio alle 14.30.
Nelle tre ore precedenti e nell’ora successiva la fine dell’incontro sarà vietata la vendita, somministrazione e consumo di bevande alcoliche e super alcoliche con gradazione superiore ai 5 gradi, in contenitori di qualunque specie e materiale.
L’Ordinanza è stata emessa su richiesta della Questura di Parma per salvaguardare esigenze di ordine e sicurezza pubblica e stabilisce i seguenti divieti:
· divieto assoluto di vendita e somministrazione (fatta eccezione per la somministrazione al tavolo effettuata da bar e ristoranti congiuntamente ai pasti) di bevande alcooliche e superalcooliche con gradazione superiore a 5°, in contenitori di qualunque specie e materiale, all’interno del perimetro delimitato dalle seguenti strade, pure ricomprese: via Zarotto – via Montebello –v.le Rustici – v.le Basetti- v.le Toscanini- v.le Mariotti – v.le Toschi – v.le Bottego - via Europa – via Villa Sant’Angelo - via Falcone- via Alessandria - via Trento - via Palermo - via Doberdò- via Don Camesasca - via Toscana - via Mantova (fino a via Zarotto);
· divieto assoluto, all’interno del perimetro sopra indicato, di vendita di bevande non alcooliche in contenitori di vetro o lattine in alluminio, prevedendosi in sostituzione la vendita in contenitori di carta o plastica;
· divieto assoluto di consumo di bevande alcooliche e superalcooliche con gradazione superiore ai 5°, in contenitori di qualunque specie e materiale, nelle vie di adduzione ai tornelli di ingresso dell’impianto sportivo: piazza Risorgimento, v.le Partigiani d’Italia, via Puccini, str. Torelli, Via Pezzani, Via Scarlatti;
L’inottemperanza all’Ordinanza è punibile con la sanzione amministrativa pecuniaria da Euro 25,00 ad Euro 500,00, con pagamento in misura ridotta pari ad Euro 50,00 e la vigilanza è affidata alla Polizia Municipale ed alle Forze di Polizia.