Sei in Archivio bozze

La storia

Cacchioli, l'emigrato di Borgotaro tifosissimo del Parma

06 maggio 2017, 07:00

Cacchioli, l'emigrato di Borgotaro tifosissimo del Parma

Giuseppe Labellarte

Si può costruire un futuro nuovo lontano dalla propria terra di origine, crearsi una vita nuova, di grande successo, ma il legame con un luogo, con le sue tradizioni e con le passioni che lo animano non sono cose che si dimenticano. Lo sa bene Aldo Andrea Cacchioli, borgotarese emigrato in Inghilterra da bambino, dove è diventato un importante imprenditore nel settore del food e del catering. Emigrato giovanissimo insieme a sua madre, ancora oggi Cacchioli sente forte l'attaccamento per il suo paese d'origine e per la passione sportiva che lo accendeva sin da bambino, quella per il Parma. Così, approfittando di un periodo di vacanza, l'imprenditore inglese ha viaggiato in auto da Londra sino a Borgotaro dove ha incontrato l'amministrazione e rivisto i luoghi della sua infanzia. L'imprenditore è poi andato a Parma, dove ha assistito a due partite della propria squadra del cuore. Tifosissimo della squadra crociata, accompagnato dalla moglie Enza e dal vice sindaco di Borgotaro, Matteo Daffadà, ha accettato con entusiasmo l'invito di Parma Partecipazioni Calcistiche a visitare lo stadio e le strutture legate alla società. L'amministratore delegato di Ppc Sandro Squeri lo ha dunque accolto assieme al vice presidente del Parma Calcio 1913 Marco Ferrari, accompagnandolo in una visita in cui Cacchioli ha potuto anche assaggiare i prodotti eno-gastronomici del territorio dei fratelli Spigaroli. Guidato dal brand manager del Parma Jonathan Greci, l'imprenditore ha poi visitato il museo «Ernesto Ceresini» e lo store del della squadra ducale. E' stato poi lo stesso Cacchioli a chiedere di diventare un nuovo socio di Ppc, ingresso ufficialmente sancito in occasione della partita interna con il SudTirol. Durante la propria visita Cacchioli ha anche proposto l'organizzazione di una delegazione crociata a Londra per incontrare un gruppo di imprenditori di origine parmigiana desiderosi di entrare nell'azionariato diretto della squadra di calcio ducale. Del tifo che anche dall'Inghilterra lo lega ai colori gialloblu e dell'amore per Borgotaro ha spiegato: «Sono andato via da giovanissimo ma sono nato qui e questo paese ce l'ho nel cuore, così se posso torno volentieri tra queste montagne. Quella per il Parma è una passione che ho da sempre e anche dall'Inghilterra cerco di informarmi e seguire la squadra. Saputo dell'azionariato popolare promosso da Ppc ho immediatamente chiesto di aderire e adesso sono molto felice di essere socio».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal