Sei in Archivio bozze

SCOMPARSA

E' morto l'ex assessore Remo Tanzi

07 maggio 2017, 07:00

E' morto l'ex assessore Remo Tanzi

Lorenzo Sartorio

Un gentiluomo vecchio stampo, un vero signore sia d'animo che di modi. Un parmigiano che ha sempre fatto onore alla propria città. L'architetto Remo Tanzi, stimata figura di professionista ed amministratore pubblico, è deceduto ieri dopo breve malattia all'età di 87 anni. Nativo di Medesano, dopo avere frequentato l'Istituto d'Arte «Paolo Toschi», manifestando fin da giovane una marcata propensione per l'arte, si laureò a Milano in architettura. Alle dipendenze del Comune di Reggio Emilia raggiunse per meriti e capacità l'incarico di dirigente del servizio urbanistica. Era molto stimato Tanzi anche nell'ambiente di lavoro, non solo per le sue indiscusse doti professionali, ma anche per quell'affabile e corretto modo di rapportarsi con i collaboratori, i colleghi ed il pubblico. Dato il suo carattere amabile e solare aveva tantissimi amici che gli volevano bene, tra questi il pittore Alfonso Borghi ed il giornalista Gian Carlo Ceci che condivise con l'amico fraterno Remo l'appartenenza al «Club del Cappuccino», sodalizio nato alcuni anni fa dal cuore di un gruppetto di parmigiani per quell'innato desiderio della nostra gente di stare insieme, anche convivialmente, per testimoniare la propria amicizia e quella vis parmigiana che si rafforza con i piedi sotto la tavola anche per gustare un semplice cappuccino e una brioche. Tanzi faceva parte di questo affiatato gruppo composto da noti personaggi quali : Luca Baraldi, il basso Michele Pertusi, il maestro Sebastiano Rolli, l'esperto di dialetto Enrico Maletti, i giornalisti Mario Bussoni e Paolo Pessina, Eugenio Caggiati e Giorgio Capelli della «Famija Pramzana», i generali dei Carabinieri Palo Ceruti e Marino Ollari ed altri. «Remo - afferma Ceci - lascia un grande vuoto. Ho perso un sincero e straordinario amico, colto e gentile con il quale ho condiviso tante passioni e tanti momenti felici». Così lo ricordano gli amici del Club: «Remo ci ha lasciato, perché l'ineluttabile ruota della vita ha preteso così. E noi del Club del cappuccino ci sentiamo orfani. Le domeniche a venire ci sembreranno infatti più vuote. Per tutti noi, che ogni settimana ci ritroviamo a solennizzare il rito dell'amicizia e a discutere di politica, di calcio, di parmigianità e di gossip locale, non disdegnando le facezie da «Amici miei», Remo, non era solo l'architetto, ma anche il saggio, l'amico che, come in una partita a briscola, calava sempre l'asso al momento giusto. Ricordiamo che ti sedevi sempre all'angolo in fondo del tavolo. E ascoltavi in silenzio le nostre chiacchiere. Ma poi i tuoi interventi si rivelavano ogni qual volta puntuali, quasi attesi, perché spesso mettevano la parola fine a ogni nostro discorso, quando quest'ultimo divagava troppo o si infervorava . Nel nostro Club, una combriccola che rifugge la normalità, la monotonia di troppi giorni e le convenienze, eri un punto di riferimento sicuro e preciso, sempre pronto a mettere al servizio degli altri la tua vasta esperienza di vita e un incomparabile senso di disinteressata solidarietà». Assessore all'urbanistica nella prima giunta Ubaldi, socio del Lions Club Farnese, curatore di numerose ed importanti opere, amava tantissimo la lettura, i viaggi, l'arte, la musica lirica e lo sport. Era pure un appassionato della natura e, finchè la salute glielo ha permesso, curava l'orto ed il giardino della sua residenza estiva di Fornovo. Era legatissimo alla famiglia : alla moglie Maria Luisa, ai figli Marco, Giovanna , Ilaria ed al nipote Filippo. I funerali si svolgeranno martedì alle 11 partendo dalla clinica «Città di Parma» per la chiesa di Marore. Ieri sera, nel corso di un concerto effettuato a Torino, il basso Michele Pertusi ha dedicato all'amico Remo la Messa in bemolle di Schubert.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal