Sei in Archivio bozze

Montechiarugolo

Turista truffato on line

08 maggio 2017, 07:00

Ilaria Ferrari

Questa volta a finire nella trappola della rete è stato un residente di Montechiarugolo, tutt’altro che uno sprovveduto. Ha scelto una casa per le vacanze, ha pagato la caparra ma poi il venditore è sparito nel nulla: tutti i dati personali che aveva pubblicato online si sono rivelati di fantasia. «E’ da 15 anni che scelgo in questo modo dove trascorrere le vacanze – racconta la vittima della truffa che chiede di restare anonima – Individuato il posto mi collego a un famoso sito di annunci, Subito.it, e guardo quale appartamento in affitto può rispondere alle mie esigenze. Poi contatto prima via email poi telefonicamente l’inserzionista per avere ulteriori dettagli e, se tutto mi convince, chiudo l’affare col versamento della caparra. Fino ad oggi non avevo mai avuto alcun problema». 

Così, il mese scorso, l’aspirante vacanziero ha trovato un annuncio relativo a Bibione che sembrava soddisfare le sue esigenze. «Venivano chiesti 640 euro per una settimana, cifra perfettamente in linea con il mercato attuale, quindi dopo i contatti sia virtuali che telefonici mi sono accordato per il versamento di una caparra di 260 euro, pagata con bonifico bancario. Ero perfettamente tranquillo anche perché pensavo che questa forma di pagamento ne garantisse la tracciabilità».

Era il 24 marzo e, da quel momento, l’inserzionista non si è più fatto trovare. «Ho scritto email senza ottenere risposte e ricontattato i numeri telefonici forniti che, però, hanno cominciato a diventare irraggiungibili quindi, ora che è trascorso più di un mese, la situazione mi appare molto chiara: si è trattato di una truffa». La vittima, che proprio questa mattina andrà a sporgere regolare denuncia, ha già chiesto aiuto ai carabinieri: «Mi è stato sottolineato quanto siano frequenti simili situazioni, quante persone giornalmente cadano in simili trappole rimettendoci contanti impossibili da recuperare. L’inserzionista è riuscito ad ottenere una carta ricaricabile con documenti falsi e chissà da quante persone è stato contattato oltre che da me».

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal