Sei in Archivio bozze

Collecchio

Appartamenti presi d'assalto a colpi di piccone

10 maggio 2017, 07:00

Appartamenti presi d'assalto a colpi di piccone

Gian Franco Carletti

Ladri in azione in via 4 Novembre a Collecchio. Sono entrati al civico 16, una palazzina con tre appartamenti ed hanno approfittato dell'assenza dei residenti per sfondare porte e vetri e mettere tutto a soqquadro. I ladri hanno usato le maniere forti: si sono impossessati di un piccone recuperato in un capanno vicino alla palazzina ed hanno sfondato la porta che dà accesso alla casa.

Sono entrati e, con le stesse modalità, hanno sfondato la porta dell'appartamento al primo piano. All'interno dell'appartamento hanno buttato tutto all'aria: cassetti, armadi, comodini e divani sono stati ribaltati. I ladri hanno provocato ingenti danni materiali. Al momento, la conta della refurtiva è ancora in corso: dai primi accertamenti risulta che, in questo appartamento, si siano impossessati solo di una macchina fotografica. Hanno lasciato il libretto degli assegni al suo posto, pur avendolo visto e non si sono impossessati della televisione: probabilmente non avevano la possibilità di trasportare cose ingombranti. Una volta razziato l'appartamento del primo piano, sono andati al secondo.

Per entrare agevolmente e non fare troppo rumore hanno pensato di portarsi dietro il piumone che era sul letto dell'appartamento al piano di sotto, con questo hanno ricoperto il piccone e hanno sfondato la vetrata di accesso all'appartamento situato al secondo piano. Anche in questo caso sono entrati ed hanno buttato tutto all'aria.

I proprietari sono allarmati e sconcertati. «Qui viveva mia suocera fino a poco tempo fa – spiega la proprietaria –: i ladri hanno buttato tutto all'aria, non hanno preso nulla. Penso che abbiano fatto una cernita accurata dal momento che c'erano dei pezzi di bigiotteria ma si sono guardati bene dal rimuoverli da dove erano».

Si è, invece, salvato l'appartamento al piano terra, dove i ladri non sono riusciti ad entrare in quanto porte e infissi sono stati rinforzati e non sono riusciti e manometterli. L'episodio di via 4 Novembre si aggiunge a quelli recenti di un tentativo di furto in una grande villa liberty che si trova in viale Libertà, a poca distanza in linea d'aria da via 4 Novembre. In quella circostanza i ladri avevano tentato di forzare le inferriate delle finestre nella parte posteriore del caseggiato, senza riuscirci. Erano probabilmente gli stessi che durante la medesima notte avevano cercato di entrare in alcune case del quartiere Paveri, nella zona di via Gandhi. E', quindi, possibile che vi sia un legame tra i tentativi di furto messi in atto nei giorni precedenti e quello andato a segno in via 4 Novembre.

E' comunque certo, come ha sottolineato la proprietaria, che i ladri hanno tenuto sotto controllo l'abitazione e sono entrati in azione quando non hanno visto parcheggiata l'auto della persona che abitualmente vive nella casa. «Sono sicura – spiega la donna – che i ladri hanno tenuto sotto controllo la mia casa e, quasi certamente, quelle dei vicini prima di entrare in azione. Per questo siamo molto spaventati. Da parte di chi abita qui c'è il terrore di trovarsi qualcuno in casa di notte pronto a tutto”».

Le indagini, da parte dei carabinieri, sono in corso e non è escluso che vi siano degli sviluppi nei prossimi giorni.G.C.Z.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal