Sei in Archivio bozze

LICEO

Bertolucci, 200mila euro per nuovi laboratori

18 luglio 2017, 07:00

Bertolucci, 200mila euro per nuovi laboratori

Carla Giazzi

Serviranno per potenziare i laboratori musicali e gli strumenti, gli impianti sportivi e le relative attrezzature. In tempi in cui, nella scuola, è la carenza delle risorse economiche a tener banco, fanno «buona notizia» i 150mila euro arrivati dal ministero dell'Istruzione, università e ricerca al liceo musicale Bertolucci e i 50mila allo sportivo dello stesso istituto.

Una somma consistente, destinata a valorizzare e incrementare la didattica laboratoriale: i 200mila euro consentiranno di realizzare laboratori professionalizzanti e per l'apprendimento delle competenze dotati di strumentazioni adeguate e all'avanguardia. Un bel modo di chiudere l'anno scolastico e, soprattutto, di aprire il prossimo. Allora, infatti, la scuola inizierà a concretizzare i progetti che hanno ottenuto il finanziamento dal Miur, nell'ambito del Programma operativo nazionale (Pon), finanziato con i fondi strutturali europei.

Più nel dettaglio, per il musicale di viale Caprera sono in previsione l'acquisto di strumenti, la realizzazione di un laboratorio di tecnologie musicali e di una piccola sala concerti da camera, oltre a lavori di insonorizzazione; per lo sportivo di via Toscana l'acquisto di materiali e strumenti per lavorare sulle diverse tipologie di sport previste dai programmi.

Il Bertolucci non è stato l'unico liceo ad aver ricevuto il finanziamento, ottenuto anche da diversi altri licei del Paese che hanno partecipato al bando «Pon - Laboratori licei musicali, coreutici e sportivi».

Doppia soddisfazione, dunque, per il dirigente scolastico Aluisi Tosolini, che è preside del Bertolucci, ma anche coordinatore della rete nazionale «Qualità e sviluppo dei licei musicali e coreutici»: «Sono risorse davvero significative quelle assegnate, quasi 26 milioni di euro in totale». «Questa tipologia liceale è estremamente costosa - spiega -: richiede una dotazione considerevole a livello di strumenti e laboratori che favoriscano la dimensione pratica dell'apprendimento».

Il primo pensiero e ringraziamento va ai docenti, che hanno curato la progettazione valutata positivamente dal ministero. A loro spetta, ora, una grande responsabilità: «È un impegno gravoso, quello consegnato a professori, responsabili amministrativi, e al dirigente stesso. Ma queste risorse messe a disposizione sono il segnale che l'amministrazione sta compiendo un grande sforzo per qualificare l'offerta formativa. L'utilizzo di fondi europei evidenzia, poi, concretamente, il significato di cittadinanza europea e le proficue sinergie rese possibili dall'esser parte della Ue».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal