Sei in Archivio bozze

VARANO MELEGARI

Addio a Paolo Abelli, colonna del volontariato

25 agosto 2017, 07:00

Addio a Paolo Abelli, colonna del volontariato

VARANO MELEGARI

Se n’è andato all’età di 61 anni Paolo Abelli, malato da tempo, figura di primo piano del volontariato varanese. Ieri pomeriggio alla cerimonia funebre, svolta nella chiesa parrocchiale di Varano Melegari, sono state numerose le persone, gli amici, i compaesani, il mondo del volontariato, dello sport e della caccia, che si sono unite nel dolore alla famiglia, conosciuta e stimata. Il nome di Paolo Abelli è legato alla caccia come coordinatore della nuova sede del paese, presidente della Federcaccia di Varano Melegari e alla Proloco, per aver contribuito, insieme a Ivo Serventi Gabelli, a rilanciare l’associazione con appuntamenti di rilievo, tesi a valorizzare le tradizioni del mondo contadino, il folclore e la cultura gastronomica locale. Paolo Abelli, nel 1995, e Ivo Serventi Gabelli, hanno dato l’impulso determinante per l’organizzazione e la promozione della «Fiera Agricola della Val Ceno», fiore all’occhiello della Pro Loco, che riscuote ancora un record di presenze nel paese, accompagnata dalla immancabile «festa ed l’Anolèn», curata come ogni altra festa gastronomica dall’ottima preparazione delle signore addette alla cucina, presenze fondamentali per l’associazione di promozione turistica varanese. Paolo, ricorda un amico «era cordiale con tutti, dalla battuta pronta, ben disposto nei confronti del prossimo e impegnato nella valorizzazione del suo paese, lascerà una impronta profonda nella memoria di tutti».

Sportivo a trecentosessanta gradi, Paolo Abelli amava gli sport all’aria aperta, dalla pesca alla caccia, quest’ultima uno degli hobby che prediligeva in modo particolare. Nel 2014 aveva posto un altro tassello nella vita varanese con la promozione e l’inaugurazione della nuova sede della «Casa del cacciatore», messa a disposizione dalla famiglia Martinelli, è stata ricavata da una ristrutturazione effettuata dai volontari, delle associazioni venatorie del paese: Federcaccia, Arcicaccia, Enalcaccia e Liberacaccia. «Un traguardo importante, atteso e sentito dagli appassionati delle attività venatorie, aveva sottolineato Abelli nel giorno dell’inaugurazione.

Per Paolo Abelli era soprattutto «il senso di aggregazione e il superamento delle barriere che separano le varie associazioni», il filo conduttore delle attività venatorie: un progetto condiviso anche dagli aderenti che animano le attività locali.

Sia ieri alle esequie sia nella sala del commiato di via di Vittorio a Fornovo, sono stati tanti i messaggi di cordoglio e le testimonianze di affetto nei confronti di Paolo, a Varano Melegari e a Fornovo, dove era originario e aveva svolto l’attività lavorativa.

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal