Sei in Archivio bozze

LA PROTESTA

Piazzale Borri, residenti esasperati: «Risse e vandalismi»

04 settembre 2017, 07:01

Piazzale Borri, residenti esasperati: «Risse e vandalismi»

PARMA CENTRO

Margherita Portelli

Estate di fuoco in piazzale Borri: residenti esasperati e tensione che non accenna a diminuire. Più o meno tutte le sere il copione si ripete: a partire dal tardo pomeriggio compagnie di giovanissimi - parmigiani e stranieri, per lo più minorenni - cominciano a popolare panchine e muretti e prendono possesso della zona. Musica a tutto volume, schiamazzi a non finire, alcol, droga, piccole risse a ripetizione: questo è il contesto con cui gli abitanti della zona devono convivere da qualche mese. Veri e propri bulli, che si divertono a provocare e a importunare chi transita o si «azzarda» a frequentare il piazzale.

Giulia Bizzantino ha 31 anni e si dice arrabbiatissima. «Non ne posso davvero più, è uno schifo - si sfoga -. Vivere quel bellissimo piazzale è diventato impossibile: questi ragazzini sono dei veri e propri bulli, che si divertono a fare confusione e a provocare la gente. Bevono e fumano "canne" tutta la sera, sbraitano e ascoltano la loro musica ad alto volume, ma la cosa più grave è che volontariamente infastidiscono i residenti, in special modo le ragazze. Io ho sempre parcheggiato lì l’auto e più volte mi è capitato che questi soggetti mi si avvicinassero, giocando a bloccarmi la strada per non farmi passare. Prendono in giro, non hanno paura di niente: finché puoi li compatisci, ma la volta che sei nervosa per i fatti tuoi e gli dici nei denti di non darti fastidio prendono ad insultarti. Fatto sta che quest’estate mi sono ritrovata la macchina rigata quattro volte».

Anche altre cittadine - che preferiscono rimanere anonime - si lamentano della situazione, che dicono essere diventata insostenibile. «Circa un mesetto fa, saranno state le otto di sera, tornando a casa in borgo Tommasini, mi sono ritrovata a tu per tu con un giovane ubriaco marcio che ha cominciato a importunarmi - spiega una ventiquattrenne che abita in zona-. Per puro caso quella sera c’era mio padre ad aspettarmi sotto casa, e la cosa è finita lì, ma ora sto ben attenta ad uscire da sola la sera».

Tutto questo in pieno centro. E poi motorini rotti e danneggiati di continuo. C’è chi ha fatto «l’abbonamento» dal meccanico e chi ha cominciato a parcheggiarlo a centinaia di metri di distanza, pur abitando a due passi dal piazzale, dopo esserselo ritrovato vandalizzato più di una volta. «Non si tratta di lamentele dovute a qualche semplice schiamazzo - ribadisce un’altra ragazza -. Qui la situazione è ormai fuori controllo da mesi». «L’ho segnalato anche al sindaco attraverso i social - aggiunge Giulia -. Oltre a questioni di sicurezza e degrado, c’è un bellissimo piazzale che non viene più frequentato dai cittadini. Davvero non si può fare nulla per evitarlo?».

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal