Sei in Archivio bozze

SALSOMAGGIORE

Tentano il colpo, ma il proprietario li mette in fuga

07 settembre 2017, 07:00

Tentano il colpo, ma il proprietario li mette in fuga

L’ennesimo furto che stava per essere compiuto nella città termale questa volta è stato sventato dalla prontezza del proprietario dell’abitazione presa di mira che ha messo in fuga i malviventi.

L’episodio è avvenuto nella notte tra martedì e ieri in via Nenni, laterale della strada che da Salsomaggiore conduce a Tabiano e che unisce quest’ultima a via Paradiso. Erano circa le 4 quando il proprietario è stato svegliato da alcuni rumori provenienti dall’esterno: insospettito, ha acceso la luce sia all’interno che all’esterno dell’abitazione mettendo in fuga i malviventi.

Lo stesso proprietario ha allertato i carabinieri della compagnia di Salsomaggiore che sono giunti sul posto con una pattuglia per effettuare un sopralluogo ma dei malviventi non c’era già più traccia.

Il tentato furto dell’altra notte è avvenuto a poche centinaia di metri da quello commesso la notte precedente ai danni dei proprietari di una villetta situata in via Rivazzoli: in quest’ultimo caso i ladri si sono introdotti nell’abitazione forzando una porta – finestra al piano terreno. I proprietari non si sono accorti di nulla, nonostante la moglie soffra di insonnia e dorma con la luce accesa, mentre il marito era andato a dormire in mansarda, a causa di qualche problema di salute, per non disturbare la consorte.

Ciò lascia presupporre che i malviventi abbiano narcotizzato i proprietari, anche perché la moglie ha accusato nella giornata successiva nausea e giramenti di testa, prelevando una borsetta firmata, un orologio di marca Rolex del valore di alcune migliaia di euro, ed alcune catenine contenute all’interno di portagioie abbandonate lungo strada.

I ladri hanno anche rovistato all’interno delle autovetture dei due coniugi, abbandonando la chiave di una delle due macchine in casa e l’altra lungo la strada. Ad accorgersi di quanto avvenuto sono stati gli stessi proprietari l’indomani mattina che hanno visto la porta – finestra forzata. A quel punto non è rimasto loro altro da fare che telefonare ai carabinieri, arrivati in via Rivazzoli per un sopralluogo, e denunciare quanto avvenuto.

Il furto commesso e quello tentato hanno alcuni comuni denominatori: il fatto che le abitazioni siano ubicate in zone abbastanza isolate e la mancanza di illuminazione. E se non si può parlare di una vera e propria emergenza furti, poco ci manca: soltanto il mese scorso alcune razzie sono state compiute in pieno giorno.

Al pub Devils Den, i ladri hanno approfittato della chiusura per ferie del locale per rubare la cassa, qualche giorno dopo è toccato al proprietario di una villetta in collina vedersi derubato di preziosi e di una cassaforte, mentre successivamente ad un residente di Cangelasio è stata sottratta una Wolkswagen Golf. Una commerciante del centro, infine, ha subito un doppio tentativo di furto sia in abitazione che in negozio. Le forze dell’ordine e la polizia municipale invitano i cittadini alla collaborazione segnalando persone o movimenti sospetti. M.L.

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal