Sei in Archivio bozze

Scurano

Il paese fa festa, i ladri anche

20 ottobre 2017, 07:00

Il paese fa festa, i ladri anche

SCURANO

Matteo Ferzini

Gran parte del paese è fuori per festeggiare un matrimonio e i ladri ne approfittano per colpire: è successo a Scurano, dove due case vicine, tra cui quella che ospita il salone della parrucchiera del paese, sono state prese di mira in una sera, come sorpresa sgradita al termine di una giornata di festa. I ladri hanno colpito la zona del paese in via Borella, presso la scuola elementare, in un sabato sera dove con tutta probabilità sapevano di poter agire quasi indisturbati: lo stesso giorno, proprio a Scurano, era stato infatti celebrato un matrimonio tra due giovani, lei di Scurano e lui di Neviano, e gran parte dei residenti della zona alla sera erano a festeggiare alla cena di matrimonio lontano dal paese.

La prima ad accorgersi che qualcosa non andava in via Borella è stata Michela Bertolani, al ritorno da una cena insieme al compagno e alla figlia di dieci anni: «Poco dopo le 23 - racconta - stavamo rientrando da una porta laterale della casa, quando ci siamo accorti dapprima che le luci automatiche del giardino non funzionavano, e successivamente che la porta d’ingresso era stata scardinata con un piede di porco. Siamo tornati all’auto, anche per proteggere la bambina, e abbiamo pensato di entrare dal retro, magari per bloccare i ladri: qui anche le finestre delle camere da letto erano spalancate».

Dopo l’arrivo dei Carabinieri, subito allertati, la casa è stata trovata completamente messa a soqquadro: oltre ai danni fatti alle porte, sono stati portati via soldi e gioielli con valore di mercato ma anche affettivo. A salvarsi solo la cantina sulla cui porta è stata comunque trovata la chiave, segno probabilmente che i ladri stavano per entrarvi quando sono stati disturbati. Ma a fare le spese della notte di furti in via Borella è stata anche l’abitazione che ospita lo studio della parrucchiera del paese, Lina Lefevre, tra i partecipanti insieme al compagno e alla figlia più piccola alla cena di ricevimento del matrimonio: ad accorgersi per prima del furto è stata la figlia più grande della coppia, al rientro da una festa di compleanno. Come per la casa vicina, anche qui stanze buttate all'aria, con cassetti rivoltati sui letti alla ricerca frenetica di qualsiasi cosa di valore si potesse prendere: soldi, gioielli e strumenti per la casa come due aspirapolvere che sono spariti insieme al resto.

«Alcune stanze non erano ancora state toccate – aggiunge però la proprietaria -, e abbiamo trovato anche una borsa già riempita di cose lasciata però in casa, come se i ladri fossero stati disturbati e fossero fuggiti».

La mattina successiva al furto, in un campo vicino alle abitazioni sono state trovate le tracce di due mezzi, tenuti nascosti alla vista dalle siepi, su cui i ladri avvertiti dell’arrivo dei proprietari devono essersi dileguati la sera stessa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal