Archivio bozze

Salsomaggiore

Muore in culla a tre mesi

02 novembre 2017, 06:01

Muore in culla a tre mesi

Un bimbo di tre mesi è stato strappato ieri all'amore dei suoi giovanissimi genitori, per una presunta morte bianca.

I genitori, di origine straniera, e il piccolino abitavano in centro, nella zona del palazzo municipale. Come hanno raccontato mamma e papà, in preda alla disperazione, dopo la poppata e dopo avere aspettato che il neonato digerisse, lo hanno adagiato nella culla.

Il bimbo stava bene e nulla lasciava presagire il triste epilogo. Quando sono andati per controllare che il piccolo stese dormendo, come facevano sempre quando lo mettevano nella culla, si sono accorti che non respirava e non dava più segni di vita. Hanno così allertato immediatamente i mezzi di soccorsi, giunti subito sul posto.

Purtroppo il medico non ha potuto fare altro che constatare il decesso e stilare il referto di morte. Il piccolino se n'era andato nel sonno, lasciando nella più cupa disperazione i suoi genitori, che non volevano staccarsi da quel tenero corpicino inerme. Sul posto è arrivata anche una pattuglia di carabinieri, per accertare si trattasse di una morte per cause naturali.

Straziante il momento in cui, mamma e papà, hanno dovuto abbandonare il loro angioletto. Il neonato è stato portato in Medicina legale a Parma, a disposizione dell'autorità giudiziaria. Nei prossimi giorni la salma verrà sottoposto ad autopsia, per stabilire con certezza le cause del decesso, anche se quasi sicuramente si tratta dell'ennesima morte bianca. Tutto ha fatto subito pensare a uno dei casi di Sids, la sindrome della morte improvvisa del lattante, che colpisce per l'appunto i bambini nei primi mesi di vita e che non trova ancora una spiegazione presso la comunità scientifica.

La Sids provoca la morte inaspettata e rapida di un lattante in apparenza sano, di solito durante il sonno e senza segni di sofferenza. Nemmeno gli esami successivi riescono solitamente a fornire spiegazioni esaurienti. L'incidenza media nei paesi industrializzati è di circa un caso ogni duemila bambini, più frequente tra i 2 e i 4 mesi di vita.r.c.

© RIPRODUZIONE RISERVATA