Sei in Archivio bozze

Marzolara

Rubati in chiesa i pacchi-dono per i poveri

23 dicembre 2017, 06:01

Rubati in chiesa i pacchi-dono per i poveri

Antonio Rinaldi

Un furto davvero «sconfortante» nella chiesa parrocchiale di Marzolara: è sparita una grande quantità di generi alimentari che erano stati raccolti per preparare pacchi di Natale per le famiglie in difficoltà. «Sotto gli occhi della Madonna, perché questo è un Santuario dedicato alla Madonna della Pace, è stato rubato tutto quello che era stato raccolto per i poveri» ci tengono a precisare alcune donne di Marzolara. E in effetti, il furto si è consumato proprio in chiesa, ai piedi dell’altare. È abitudine dei parrocchiani, in collaborazione con la Caritas e la nuova parrocchia di Calestano, raccogliere generi alimentari durante tutto l’anno, ma in particolare all’avvicinarsi delle feste natalizie. I prodotti vengono accumulati in un grande contenitore denominato «Banca del pane» da cui poi, settimanalmente, dei volontari attingono per preparare pacchi alimentari per le famiglie bisognose. Con l’avvicinarsi delle feste natalizie l'attività era in pieno fermento e la Banca del pane era stracolma. Nel giro di un paio d'ore è rimasta desolatamente vuota: si sono salvati solo un sacchetto che conteneva una confezione di zucchero e una di farina e un cartone chiuso (forse troppo pesante o magari perché i malviventi sono stati disturbati). Tutto il resto è sparito: punte di Parmigiano, salami, carne e tonno in scatola, olio, zucchero, conserve di pomodoro, pasta. «Siamo andate là per iniziare a preparare i pacchi e non c’era più niente - riferiscono due volontarie di Caritas e Parrocchia - eravamo state in chiesa fino alle 15,30 e la cassa era ancora piena. Alle 17,30 era sparito tutto». Il parroco di Calestano don Abdou Rahal ha avvertito i carabinieri di Calestano senza al momento sporgere denuncia, i militari hanno cominciato a indagare. Purtroppo però nei dintorni della chiesa non ci sono sistemi di sorveglianza né telecamere di sicurezza, e la chiesa rimane normalmente aperta; dalle case vicine nessuno pare aver osservato movimenti sospetti e ci sono dunque pochissimi elementi per cercare di dare una spiegazione a questo brutto gesto. L’ipotesi più probabile è che si sia trattato di ladri opportunisti che, capitati in loco, hanno approfittato della situazione; già anni fa erano state rubate, sempre nella chiesa parrocchiale, le offerte dei fedeli. «Ciò che ci ha subito rattristato - osserva Mauretta Alfieri, responsabile Caritas di Marzolara - è il pensiero di non poter sostenere tante famiglie in difficoltà. Ma ciò che ci ha permesso comunque di gioire è stata invece la grande generosità della comunità di Marzolara che ha gareggiato nel donare nuovamente e a tempo di record tanti generi alimentari che ci hanno permesso di riuscire comunque a preparare ricchi pacchi natalizi; un bel momento, che abbiamo festeggiato accendendo le luci del presepe insieme alle giovani famiglie: tutti insieme i piccoli bimbi, i genitori e i nonni».

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal