Sei in Archivio bozze

ALBARETO

Bollette pagate doppie per 9 anni

05 gennaio 2018, 06:00

Bollette pagate doppie per 9 anni

Giorgio Camisa

Da qualche tempo le bollette per la fornitura di gas metano agli edifici parrocchiali erano un pochino salate ma coi tempi che corrono passava inosservato a molti parrocchiani. I frequenti aumenti, inverni piuttosto rigidi, qualche serata illuminata più del dovuto potevano giustificare la maggiore spesa. Don Renzo Corbeletta rettore del Santuario e parroco di Boschetto, la frazione più popolata del comune di Albareto, però aveva iniziato a controllare ogni spesa ed aveva puntato l'occhio sulla fornitura che interessava il circolo ricreativo parrocchiale, un complesso dove vengono svolte le varie attività sia ricreative che culturali, un parco giochi ma anche una moderna cucina e una sala molto grande e luminosa che spesso ospita serate gastronomiche, culturali e eventi parrocchiali. Le spese del consumo di gas era eccessiva e poi era addirittura spalmata su due contatori uno dei quali «invisibile». Una mattinata in banca per una certosina verifica: tutto veniva regolarmente pagato e anche quando a fine anno il parroco ed il consiglio pastorale si riunivano per il resoconto economico tutto sembrava regolare e tutti si riproponevano di controllare con più attenzione chi faceva uso dei locali del centro ricreativo specialmente nel periodo estivo e invitare i locatari a non sprecare energia. «Sì, abbiamo pagato 75 bollette di gas mai fornito per una cifra che si aggira sui 2200 euro e che ora ci verrà rimborsata. Il tutto è successo per un disguido tecnico - spiega don Renzo Corbelletta -, dal 2008 al 2017 venivano fatte letture periodiche presunte su un contatore regolarmente intestato a parrocchia di Boschetto con tanto di matricole e di regolare contratto ma praticamente inesistente. Probabilmente tutto è capitato quando era parroco mio fratello don Renato, nel 2008 il contatore non funzionava bene o si era rotto e quindi fu sostituito da uno nuovo ma non furono cancellate le matricole e la fornitura risultava ancora tutta regolare, le bollette così venivano recapitate in banca e alla scadenza pagate come tutte le altre spese della parrocchia». La storia è andata avanti per ben nove anni fino a quando don Renzo subentrato a parroco due anni fa dopo la morte del fratello don Renato ha messo mano alla contabilità ed ha trovato questo disguido. Don Renzo ci spiega i dettagli della questione: «Mi sono accorto che qualcosa non andava bene e ho più volte telefonato al numero verde della società che fornisce gas a tutti gli edifici parrocchiali: Santuario, canonica, casa del pellegrino e appunto il centro ricreativo della Piana del Gotra ma non avevo mai avuto la possibilità di spiegare quello che accadeva e tanto meno avuto una visita di controllo da parte di tecnici e allora ho inviato una raccomandata alla quale ho avuto quasi subito una positiva risposta». Pochi giorni fa il plico delle copie delle 75 bollette pagate ingiustamente accompagnate da scuse e da un assegno di 2200 e rotti euro di rimborso, quel tanto per rendere giustizia ad un errore scoperto da un'attenta «indagine» del rettore del seminario di Boschetto don Renzo Corbelletta.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal