Sei in Archivio bozze

Calcio

I migliori 22 della serie B (secondo noi)

Abbiamo voluto giocare all'All Star Game della serie B, inventando due Nazionali

06 gennaio 2018, 06:00

I migliori 22 della serie B (secondo noi)

Paolo Grossi

Se il campionato si è fermato per la lunga sosta invernale, che coincide in gran parte con le trattative del mercato di gennaio, noi ne vogliamo approfittare per divertirci un po' al di fuori delle consuete analisi/interviste/cronache/statistiche. Negli sport americani è da sempre in voga l'All Star Game, cioè una sfida amichevole, per la gloria (ma sempre ben sponsorizzata a tutti i livelli) tra i più acclamati campioni divisi in due formazioni a seconda dei raggruppamenti in cui milita la loro squadra. Lavorando di fantasia abbiamo allora voluto proporre una cosa del genere. Abbiamo scelto due Top 11 dividendo in due l'Italia della serie B. Al Nord ci sono 12 squadre, al Sud 10. La linea passa tra Empoli e Perugia. Divisione arbitraria? Tutto in questa trovata lo è.

LE PANCHINE
La miglior squadra del Nord, classifica alla mano, è l'Empoli. Che però ha cambiato allenatore tre settimane fa. E allora sulla panchina del Nord siede Roberto D'Aversa, visto che il Parma viene in graduatoria dopo i toscani. Nessun problema invece ad affidare la selezione sudista a Bruno Tedino, skipper del Palermo capolista. Si ripropone così idealmente il duello che lo scorso anno ha visto il tecnico crociato battere, tra mille peripezie, per due volte l'avversario. La stessa cosa sarebbe successa quest'anno a Palermo se l'arbitro non avesse annullato al fotofinish un gol buono al Parma. La scelta dei tecnici porta con sé quella del sistema di gioco: 4-3-3 per il Nord, 3-4-1-2 per il Sud. Poi, come a volte avviene anche nella realtà, ci può essere qualche forzatura, qualche elemento schierato in un ruolo non naturale (pensiamo a Sprocati esterno sinistro di centrocampo) ma tutto per una buona causa.

LA GEOPOLITICA
E ora i giocatori, partendo da una premessa. In ossequio alla geopolitica abbiamo voluto che, in campo o almeno in panchina tutte le formazioni fossero rappresentate. Il Parma ha la miglior difesa del campionato e allora dentro due difensori. Ci sono Iacoponi e Lucarelli ma potevano tranquillamente starci Di Cesare e Gagliolo. Un portiere di una certa esperienza che quest'anno non sbaglia un colpo, Colombi del Carpi, e uno giovane che però ha salvato in tante situazioni il Venezia, Audero. Dall'altra parte Plizzari (17 enne del Milan, in prestito alla Ternana) e Fiorillo, superimpegnato al Pescara. Difesa a quattro al Nord, difesa a tre al Sud. Detto dell'omaggio ai crociati, anche il Venezia ha fatto bene in difesa, e per non affiancare a nonno Lucarelli il quasi coetaneo Domizzi abbiamo «convocato» Andelkovic. A sinistra Lopez è una soluzione alla «Gagliolo» cioè roccioso. Al Sud il Palermo, che ha preso gli stessi gol del Parma, è ben rappresentato da Bellusci. Poi l'esperto Terranova e quel Camporese che pur avendo contato un sacco di gol al Foggia, si è quasi sempre ben comportato.

CENTROCAMPO E ATTACCO
Nel centrocampo nordista premiamo l'esperta e geometrica regia di Vives, ma Iori è un'ottima alternativa, con la concretezza di Koné e la spavalderia di Pessina ai suoi fianchi. Krunic in realtà sarebbe stato una prima scelta, ma in attacco proprio non potevamo fare a meno (visto anche il peso delle punte del Sud) di schierare due suoi compagni nell'Empoli, Donnarumma e Caputo, che segnano a raffica. A completare il tridente Paulinho, riscoperto dalla Cremonese che ne ha avuto in cambio gol spettacolari e pesanti. Al Sud Rispoli senza se e senza ma a destra, idem per Brugman. Tello gioca in modo diverso ma il suo dinamismo verrebbe buono anche a quattro. Di Sprocati un po' forzato abbiamo detto, ma alla sua classe non abbiamo voluto rinunciare. In avanti c'era solo l'imbarazzo della scelta. Ciano è il trequartista ma Coronado e Tremolada lo incalzano, e se pensiamo che stanno giù Trajkoski, Ciofani e Pettinari, con Nestorovski a casa, ecco che Galano e Di Carmine dovranno fare i salti mortali. Tra titolari e riserve, tutta gente di prima qualità, ogni squadra ha almeno un suo gioiello in questo lavoro di fantasia. Ma siamo certi che, giocata davvero, e senza l'assillo dei punti, questa partita sarebbe uno spettacolare spot per il «campionato degli italiani».

Le formazioni non vi convincono? Rifatele voi sul nostro sito

Le nostre scelte per quanto riguarda le due Top 11 vogliono essere degli spunti. Nei prossimi giorni per i lettori che si vogliano sbizzarrire sarà possibile rimescolare le carte nelle rose selezionate e stilare formazioni diverse sul sito www.gazzettadiparma.it. Successivamente pubblicheremo gli undici più gettonati dai lettori. Poi resta la possibilità di giocarsi la sfida alla Play Station dopo aver costruito le squadre. Fateci sapere chi vince...

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal